Skin ADV

GOOGLE ADV

Il sapore della semplicità nelle vie rivoluzionarie del Salento

Domenica, 01 novembre 2015 - - Categoria: Editoriale

È una dimensione tutta salentina quella della festa di San Martino. Nessun grande evento, niente grandi feste di piazza, niente bande e niente fuochi d'artificio. Eppure per tutti i salentini l'11 novembre è una data segnata in rosso come se fosse festa nazionale. Anche se non ci sono più le distese di vigneti che fino a qualche decennio fa ricoprivano gran parte della campagna salentina sopratutto nel Nord Salento, l'arrivo del vino nuovo continua a essere salutato come un evento che riguarda indistintamente tutte le persone, fino alla dimensione più intima e familiare. Perché il vino è nel Dna di questa terra. E continua a esserlo sulla nuova strada della qualità che i viticoltori salentini hanno ormai imboccato con decisione, una volta messa definitivamente alle spalle l'idea che il mosto pugliese dovesse servire solo per "arrotondare" il gusto dei vini francesi e del Nord Italia.

La metafora del vino del Salento ben si addice alla stessa terra che lo produce: l'identità ritrovata ai tempi della globalizzazione può far la differenza non solo sui mercati internazionali ma anche per elevare l'appeal turistico. I sapori semplici del Salento, che si può permettere di vendere un ottimo vino di qualità anche sfuso direttamente in cantina, sono protagonisti anche in autunno. La semplicità dei gusti diventa così una carta in più per il Salento: la sua schiettezza è una qualità da preservare di fronte alle manipolazioni che rendono tutto artificiale e banale, a misura della società dei consumi.

Ma tutto ciò non significa affatto restare aggrappati al passato, ad una tradizione immutabile. Non sarà un caso che squarci di colore rompono la monotonia della città grigia nella periferia ribelle, consegnando un'altra immagine di Lecce contemporanea, ben lontana dal barocco. E che ci sia spazio per l'innovazione lo dimostrano i fermenti che a novembre trovano casa nel Salento con la terza edizione di Tedx, un'iniziativa che semina a Lecce buone idee e stimoli di innovazione, soprattutto per i giovani. Infatti quest'anno il tema è quello delle strade rivoluzionarie. Non ci sono star né personaggi televisivi. Piccole grandi storie che possono cambiare il mondo. Anche nel Salento.

Torna a inizio pagina

ClioCom © copyright 2017 - Clio S.p.A. Lecce - Tutti i diritti riservati