Skin ADV

GOOGLE ADV

Le meraviglie quotidiane del Salento da scoprire

Lunedì, 01 maggio 2017 - - Categoria: Editoriale

Santa Croce, la Cattedrale di Otranto, la Basilica di Galatina non sono gli unici gioielli del Salento. Anzi. C'è molto di più sotto l'etichetta sfavillante e attraente dei più importanti monumenti del territorio. Anche quest'anno Cortili Aperti, manifestazione promossa dall'Associazione dimore storiche di Puglia, preannuncia il sold out: com'è ormai tradizione, in una domenica di maggio il centro storico di Lecce viene letteralmente invaso da decine di migliaia di persone (molti turisti ma anche tantissimi pugliesi) per riuscire a sbirciare all'interno di palazzi e dimore che si aprono al pubblico per un solo giorno.

Il successo di manifestazioni come questa (accanto a Cortili Aperti ci sono Ville in Festa a Santa Maria di Leuca, Cantine Aperte in tutta la Puglia e Le Verdi Stanze in provincia di Lecce, giusto per rimanere solo al cartellone di questo mese) indica come il patrimonio del Salento sia talmente ricco da avere l'imbarazzo della scelta per tracciare possibili itinerari. Ogni cosa, al suo posto, può diventare un luogo d'attrazione meritevole di essere conosciuto sul mare, all'interno dei borghi come nell'entroterra. E spesso queste piccole meraviglie sono lì, apparentemente dormienti, a fare da cornice alla vita quotidiana dei salentini. Gioielli che, fra storia e natura, sono disseminati un po' dappertutto e che quasi mai hanno il privilegio di essere in primo piano.

Ma ci sono per chi ha occhi per vedere. Basta averne cura. In questo Salento irrompe a Otranto il "modello Twiga" di Briatore che farà accendere i riflettori sulla vita da Vip in riva al mare, trasformando un tranquillo tratto di costa adriatica in un affollato terreno di caccia per paparazzi. Ma al Salento del turismo servono davvero gli effetti speciali del gossip? Meglio certamente il nuovo modello Gallipoli, dove, forse un po' per caso più che per convinzione, l'intero lungomare della Baia Verde si trasforma radicalmente, strappando per sempre il litorale al caos del parcheggio selvaggio e degli ingorghi per diventare completamente ciclo-pedonale, mettendo in risalto una spiaggia da sogno che apre le porte ad uno dei parchi più belli della costa ionica. Un'altra delle meraviglie quotidiane del Salento da scoprire.

Torna a inizio pagina

ClioCom © copyright 2017 - Clio S.p.A. Lecce - Tutti i diritti riservati