Skin ADV

GOOGLE ADV

Il bosco conquista la città . E a Brindisi rinasce il verde

Mercoledì, 20 novembre 2013 - - Categoria: Ambiente

Interrare i semi, per far crescere la pianta e raccoglierne i frutti, è l'attività che probabilmente ha determinato il passaggio dell'uomo da essere migrante a stanziale. Quest'antico gesto, concreto e simbolico, è il protagonista di quattro giornate (da giovedì 28 novembre a domenica 1° dicembre, inizialmente il programma era previsto da giovedì 21 ma è stato posticipato a causa del maltempo) di laboratori, spettacoli e, appunto, piantumazioni pubbliche, nella città di Brindisi.

"Boschi in città" è il titolo dell'iniziativa organizzata dalla cooperativa Thalassia che, dal 2001, si occupa di sviluppo sostenibile, educazione ambientale e varie forme cittadinanza attiva, e porta avanti le proprie attività tra Brindisi, la riserva protetta di Torre Guaceto, Torre Santa Susanna e San Vito dei Normanni.

S'inizia con "Alberiamo la città", laboratorio che si tiene giovedì 28 dalle 10 alle 12 in Piazza Vittoria. Uno spazio di confronto e studio aperto a tutti e racchiuso, come descrivono gli organizzatori, "al centro di un cerchio d'alberi speciale".

Venerdì 29, dalle 9, presso il centro di aggregazione del quartiere Paradiso, ci si rimbocca le maniche e s'iniziano le attività agricole con la piantumazione pubblica degli alberi nati in giro per l'Italia nelle tappe dello spettacolo teatrale "Storia d'amore e alberi". Proprio questo spettacolo viene rappresentato il giorno successivo, sabato 30, sempre alle 9, nell'area ex-Sbitri (Litoranea Nord). La pièce è liberamente ispirata al romanzo di Jean Giono, "L'uomo che piantava gli alberi", racconto allegorico assunto a simbolo della difesa della natura e dell'impegno civile, vera dichiarazione d'amore per l'albero e la sua intrinseca e universale valenza. E' il racconto del pastore Elzeard Bouffier, che inizia a piantare querce in una terra desolata, e la vede man mano trasformarsi sotto i suoi occhi, come una lenta e delicata rivoluzione fatta di foglie verdi e teneri germogli. La regia è di Francesco Niccolini, il protagonista è Luigi D'Elia.

Al termine, i ragazzi delle scuole infileranno guanti e stivali e per riprendere a piantare alberi e cespugli e proseguire l'opera di recupero e rinverdimento del nuovo parco.

Ultimo appuntamento, domenica 1° dicembre, dalle 10 alle 12.30, sempre nell'area ex-Sbitri, è con la giornata pubblica di piantumazione. Non solo studenti, genitori e insegnanti, ma tutti i cittadini sono invitati a partecipare e a darsi da fare. Occorre solo un po' di buona volontà, gli attrezzi e le piante ci sono. (Matteo Tangolo)

(20 novembre 2013)

Torna a inizio pagina

ClioCom © copyright 2017 - Clio S.p.A. Lecce - Tutti i diritti riservati