Skin ADV

GOOGLE ADV

Miniere di saperi e sapori di Puglia Le masserie protagoniste alla Bit

Domenica, 02 aprile 2017 - - Categoria: Turismo

Si è aperta all'insegna dei profumi e dei sapori di Puglia l'attività dell'assessorato regionale all'Agricoltura alla Bit di Milano. La Puglia del turismo ancora una volta prende per la gola i potenziali visitatori e nella promozione del territorio affianca i piatti della cucina contadina alle bellezze naturalistiche e al patrimonio artistico e culturale.

Alla Borsa internazionale del turismo, che si svolge sino al martedì 4, protagoniste le Masserie didattiche con tre laboratori al giorno, show cooking dedicati alla cucina rurale.

In Puglia sono 185 le masserie didattiche, con un albo istituito dalla Regione nel 2008 che impone rigorosi standard di qualità.

"Miniere di saperi e sapori della nostra terra", definisce le masserie  l'assessore regionale all'Agricoltura, Leonardo di Gioia.

"In questi musei viventi della civiltà contadina i ragazzi possono giocare con acqua e farina, sentire sotto le dita la pasta elastica e fare il pane e le focacce. Hanno la possibilità di assistere alla mungitura, partecipare alla preparazione del formaggio, seguiti da personale competente, e di mangiare ricotta calda”.

"La presenza della Puglia nelle grandi fiere internazionali" sottolinea l'assessore Di Gioia, "è utile anche per promuovere alcuni elementi fondamentali che hanno ispirato il nuovo Psr: la diversificazione del reddito agricolo e l'impulso a alla qualità dei nostri prodotti, oltre che alla quantità. Nei prossimi giorni", annuncia di Gioia, "partiranno i bandi per la nuova misura 6.4 destinata essenzialmente all'agriturismo e al turismo rurale". (Luigi Tarricone)

Nel numero di aprile di quiSalento, in edicola e on line, intervista all'assessore Di Gioia e un servizio sul Vinitaly con interviste ai produttori.

Torna a inizio pagina

ClioCom © copyright 2017 - Clio S.p.A. Lecce - Tutti i diritti riservati