Skin ADV

GOOGLE ADV

Dalla Bit il nuovo corso del turismo Puglia tra sapori, natura e cultura

Giovedì, 11 febbraio 2016 - - Categoria: Attualità

Mare e natura, eventi e cultura ma anche e soprattutto eno-gastronomia. Alla Borsa internazionale del turismo, da oggi a sabato 13 a Milano, la Puglia incontra operatori e turisti con una formula collaudata che unisce la proposta per una vacanza di relax a quella degli eventi e del business e della scoperta delle tipicità tra gusto e cibo genuino.

Nella 36ª edizione della Bit enogastronomia ed enoturismo saranno protagonisti non solo nello spazio istituzionale della Regione ma anche nell'area Food & Wine, grazie alla collaborazione tra assessorato alle Risorse agroalimentari, Movimento Turismo del Vino e Masserie didattiche per promuovere l'enogastronomia pugliese.

Orecchiette, olio e vino di qualità, assieme agli altri prodotti tipici del mare e dell'agricoltura pugliese, sono fra i principali attrattori dell'incoming in Puglia, un territorio ormai da anni tra le principali destinazioni turistiche a livello nazionale e internazionale.

Il ventaglio di offerte della Puglia punta anche su arte e cultura, tradizione e spiritualità, eventi e intrattenimento, weekend in città d'arte e in masseria con una proposta varia e diffusa nei territori. Ce n'è per tutti: famiglie, giovani, luxury, con le offerte di 56 operatori privati che hanno aderito all'iniziativa.

La prima Bit per Loredana Capone e Paolo Verri, nelle vesti di assessore al Turismo della Regione e di commissario straordinario di Pugliapromozione è anche l'occasione per scoprire programmi e obiettivi del nuovo corso della governance del turismo pugliese che fa affidamento sulla conferma dei fondi europei per dare continuità all'intensa attività degli ultimi anni.

"Puglia 365: un laboratorio del turismo per l'Italia che cambia" è il titolo dell'incontro in programma venerdì 12 con la partecipazione del presidente della Regione Michele Emiliano, degli assessori Loredana Capone e Leonardo Di Gioia, di Paolo Verri, direttore di Pugliapromozione, Francesco Palumbo, del ministero ai Beni e delle attività culturali e del turismo, Serafino Lo Piano, di Trenitalia e Salvatore Nappi di Tim.

"C'è un impegno straordinario di tutta la Puglia sul tema del turismo e dell'industria turistica", commenta Loredana Capone. "Dobbiamo fare in modo che questo impegno si traduca in risultati con le gambe forti, capaci di durare nel tempo e giovare alle imprese. Per riuscirci bisogna organizzarsi ma l'organizzazione richiede una regia forte e un grande lavoro, frutto di un rapporto pubblico-privato".

Prodotto, formazione, accoglienza, promozione: per la Capone sono queste le parole del futuro, legate dal filo dell'innovazione, della Puglia, dell'Italia "e di tutti i Paesi che non vogliono rinunciare a crescere. Per questo", afferma l'assessore, "stiamo costruendo un piano strategico di intervento che tenga conto delle diverse attrattività del territorio pugliese e lavori sulle quattro priorità".

Dalla Bit riparte Pugliapromozione, con la gestione di Paolo Verri, direttore di Matera 2019 e di fatto direttore dell'agenzia pugliese che dal 2011 ha rivoluzionato la governance del turismo pugliese con una imponente attività sul fronte della promozione del brand Puglia sui mercati internazionali e con il riordino del sistema di accoglienza turistica locale.

Strutturare l'organizzazione, guardando al 2020: è questo il primo obiettivo di Verri, che nelle scorse settimane ha incontrato a Bari la sua "squadra" di Pugliapromozione. "Dobbiamo lavorare in armonia e tranquillità", dice Verri, "per cambiare passo e avviare la fase due dell'agenzia. C'è bisogno di un consolidamento, con una maggiore razionalità dal punto di vista organizzativo della struttura e dei suoi progetti finalizzati a raggiungere importanti traguardi a medio e lungo termine".

"La Puglia del turismo ha fatto un lavoro straordinario", dice Verri. "Ora dobbiamo fare di più e meglio. Innanzitutto confermare le risorse e continuare l'attività di promozione da subito, guardano a Pasqua e ai ponti del 25 aprile e del 1° maggio, valorizzando nell'offerta insieme alle mete più conosciute come il Salento e il Gargano, aree dell'entroterra che hanno nel patrimonio naturalistico l'ambiente ideale per una vacanza primaverile".

Vacanza ma non solo. Verri chiede fiducia agli operatori e ai pugliesi, sottolinea il peso del turismo nell'economia pugliese. "Una crescita che le istituzioni devono accompagnare, "dice il direttore di Pugliapromozione, "per intercettare i nuovi turismi, stimolando la conoscenza della Puglia anche per chi viene qui per lavoro o altri motivi, non solo per vacanza o divertimento". (Luigi Tarricone)

Torna a inizio pagina

ClioCom © copyright 2017 - Clio S.p.A. Lecce - Tutti i diritti riservati