Skin ADV

GOOGLE ADV

La lunga Notte della Taranta con Ligabue e le stelle del rock

Venerdì, 21 agosto 2015 - - Categoria: Attualità

E' tutto pronto a Melpignano per la tappa finale del Festival La Notte della Taranta, sabato 22. Una Notte rock, colorata da melodie e ritmi sudamericani, pungolata dall'elettronica ma, soprattutto, all'insegna di tanta, tanta pizzica pizzica.

Concertone che non spaventa di certo Phil Manzanera, musicista navigato, chitarrista dei Roxy Music, autorevole esponente della scena rock internazionale, chiamato a concertare la Notte della Taranta, dopo le due edizioni di Giovanni Sollima.

La Taranta di Luciano Ligabue, per il grande pubblico, con il rocker emiliano ospite di punta del Concertone, annunciato con clamore già da mesi.

L'edizione 2015 è la Notte della Taranta di Sergio Torsello, per organizzatori e musicisti, orfani quest'anno di colui che è stato, per 15 anni, molto di più che il direttore artistico dell'evento. A Torsello, scomparso improvvisamente il 19 aprile scorso è dedicato il momento iniziale del Concertone.

La 18esima Notte della Taranta accoglie musicisti di spessore, da Paul Simonon, bassista inglese dello storico gruppo The Clash, al batterista nigeriano Tony Allen, 75 anni e mezzo secolo di musica nelle bacchette,

A Melpignano arriva anche Anna Phoebe, virtuosa violinista londinese, giovane con talento, presenza scenica e un eclettismo che la portano a spaziare dalla classica al metal, dal rock alla folk.

La cantante e chitarrista Andrea Echeverri, leader del gruppo colombiano Los Aterciopelados, darà certamente una "tinteggiatura" latina alla Taranta. Dalla Spagna arriva invece Raul Rodriguez, chitarrista e compositore

Il Concertone sarà attraversato a passi di danza da ballerine e ballerini, con le coreografie di Roberto Castello, artista, coreografo e performer, tra le figure di spicco del teatro danza contemporaneo.

L'orario di inizio è fissato per le 22.30, ma la musica inizia molto prima, al tramonto, con la consueta tranche d'apertura affidata agli ospiti salentini, dai giovanissimi Tamburellisti di Otranto al canzoniere Grecanico Salentino con, ospite, lo scrittore Erri De Luca.

Lo spettacolo della Notte della Taranta prende il via, però, già nelle prime ore del pomeriggio, con l'arrivo alla spicciolata dei 100mila ad accaparrarsi il posto sul prato e con i viaggiatori dei "Treni della Taranta", in continuo arrivo e partenza alla vicinissima stazione di Melpignano, accolti, in prima serata, da un benvenuto in poesia e danza con "Che bell'inganno sei", spettacolo di Pierluigi Mele con le coreografie di Studio Danza Etoile.

Questi i componenti dell'Orchestra popolare Notte della Taranta: le voci di Enza Pagliara, Alessia Tondo, Ninfa Giannuzzi, Stefania Morciano, Maria Mazzotta, Alessandra Caiulo, Antonio Castrignanò (anche tamburello), Giancarlo Paglialunga, Antonio Amato. I tamburelli di Riccardo Laganà, Carlo "Canaglia" De Pascali, Roberto Chiga, Piero Balsamo (anche voce e danza), Martina Zecca. Le corde di Massimiliano De Marco (chitarre), Gianluca Longo (mandola), Attilio Turrisi (chitarra battente), Redi Hasa (violoncello). Quindi, Roberto Gemma alla fisarmonica, Antonio Marra alla batteria, Claudio Prima all'organetto, Silvio Cantoro al basso, Alessando Monteduro alle percussioni e Nico Berardi ai fiati.

Anche quest'anno, infine, la Notte della Taranta "sposa" il marchio e la missione di Ecofesta Puglia.

Torna a inizio pagina

ClioCom © copyright 2017 - Clio S.p.A. Lecce - Tutti i diritti riservati