Skin ADV

GOOGLE ADV

Portoselvaggio incanta gli inglesi Telegraph: un paradiso da scoprire

Mercoledì, 27 aprile 2016 - - Categoria: Turismo

 

Ventuno luoghi che non penseresti mai di visitare in Italia ma che invece dovresti assolutamente scoprire. I consigli di viaggio vengono dall'autorevole quotidiano inglese The Telegraph che indica 21 destinazioni tra le quali il parco di Portoselvaggio-Palude del Capitano di Nardò, che mantiene alta la bandiera della Puglia, insieme al Gargano.

Apre la graduatoria Marina di Pisciotta, a 100 chilometri di Salerno, con le sue caratteristiche case color pastello, e si chiude con Venezia. Luoghi davvero sconosciuti a più, quindi, ma anche città che da sempre sono tra le top destination del turismo mondiale.

Le classifiche a volte sono strane ma resta l'originalità di quella stilata dal Telegraph e il suo forte impatto su un pubblico molto vasto che comprende i lettori della tradizionale versione cartacea e quelli del web.

Un riconoscimento alla bellezza dei luoghi ma anche un potente messaggio promozionale per le località scelte dai giornalisti inglesi.

Tra le altre città spesso ignorate dai grandi flussi, il Telegraph indica anche Bergamo, Montefalco, Gabicce Mare, Treviso, Sovana. Poi il Lago d'Iseo, che all'ottavo posto precede Portoselvaggio, Sulmona e Monti della Laga, l'immancabile Matera, Ravello, Trieste, Friuli-Venezia Giulia, il Gargano, Ragusa e Cefalù, Le Langhe, Ravenna, Marettimo, Ercolano, Genova e Venezia.

Portoselvaggio negli ultimi anni ha conquistato le prime posizioni in numerose classifiche a lvello nazionale e internazionale. L'area, sottratta nel 1980 a un tentativo di speculazione edilizia, è stata successivamente ampliata sino alla Palude del Capitano, sito di interesse comunitario.

Affollata meta estiva per le sue acque cristalline e fresche e la sua distesa verde di pini, racchiude oltre a una natura incontaminata importanti siti archeologici tra i quali la Grotta del Cavallo, "santuario della preistoria".

La fruibilità del parco negli ultimi anni è sensibilmente migliorata, grazie anche agli interventi del Sac Arneo Costa dei Ginepri di cui è capofila il comune di Nardò.

Intorno ai centri visite di Torre Nova e Casa del Capitano si snoda un'attività intensa di tipo naturalistico con itinerari e zone attrezzate per la sosta e bus navetta elettrici per i collegamenti dai parcheggi agli ingressi del parco e all'interno del parco stesso.

Vivere il parco sì ma la crescente pressione dei visitatori va certamente regolamentata, così come i controlli per la salvaguardia della natura, della flora e della fauna. Non mancano le contraddizioni come ad esempio il fatto che le ricchezze del parco sono tutelate a terra mentre i fondali e le bellezze marine non rientrano nel perimetro dell'area marina protetta.

Torna a inizio pagina

ClioCom © copyright 2017 - Clio S.p.A. Lecce - Tutti i diritti riservati