Skin ADV

GOOGLE ADV

Zollino

Zollino

Il paese dei piselli

Leggenda narra che furono le vipere a mettere in fuga gli uomini dall'antico casale di Apigliano e farli rifugiare in una zona più sicura dove fondarono Zollino, piccolo paese di poco più di 2.000 abitanti. Certo è che qui splende il sole, e non solo nelle linee decise dello stemma cittadino, ma anche nelle sue campagne che da sempre generano prodotti genuini e tipici, come i piselli e le fave, ai quali la cittadina ha addirittura innalzato un monumento in pietra leccese, al termine di via Chiga, dopo che i due ortaggi sono stati inseriti, a buon diritto, nell'elenco dei Pat (Prodotti agroalimentari tradizionali) della Regione Puglia.

È una scoperta tutta d'un fiato quella che si compie in questo piccolo paese, dove sono ben evidenti, seppur in uno spazio contenuto, tutte le tracce delle stratificazioni dei secoli. La preistoria diviene tangibile nel "menhir della stazione", che segna e controlla un quadrivio di strade e che fu luce nelle notti buie, nell'epoca in cui vi veniva collocata una lucerna nella piccola cavità scavata in cima.

Bisogna lasciare le vie extraurbane e tuffarsi nel centro abitato per trovarsi al cospetto, al termine di via Vittorio Emanuele II, della poligonale facciata della chiesa matrice dedicata ai Santi Pietro e Paolo. Un tripudio di angeli eleva la Vergine nel fastigio settecentesco in pietra leccese, lo stesso che prima dell'Ottocento trovava posto al di sopra dell'altare maggiore in chiesa, mentre un sole di pietra continua a splendere poco sopra il portone d'ingresso. Una breve passeggiata lungo via San Stisio, camminando lungo il fianco destro della chiesa, conduce, invece, alla deliziosa piazzetta di San Pietro, con l'omonima colonna votiva, dove il santo si erge a protezione dall'alto di un capitello corinzio.

Giungendo, infine, sul limitare della zona abitata, in un leggero digradare della strada, ecco le "pozzelle", gli antichi pozzi di raccolta e approvvigionamento dell'acqua, autentici luoghi di integrazione e socialità per i contadini e gli abitanti della Grecìa Salentina di un tempo.

Zollino festeggia come patrono Sant'Antonio da Padova il 13 giugno e il 23 agosto.

Il paese è distante 19 chilometri da Lecce. La costa più vicina è quella adriatica, con Sant'Andrea e Torre dell'Orso che distano 21-22 chilometri.

Galleria fotografica

foto_14308_1
foto_14308_2
foto_14308_3
foto_14308_4
foto_14308_5

Turismo e numeri utili

Comune: 0836/600006-645
Polizia Municipale: 0836/600003
Stazione Carabinieri: 0836/663755 (Soleto)
Guardia medica: 0836/666032 (Sternatia)
Pro loco: 0836/600639

Torna a inizio pagina

ClioCom © copyright 2017 - Clio S.p.A. Lecce - Tutti i diritti riservati