Skin ADV

GOOGLE ADV

Friseddhre/Istruzioni per l’uso

Prima di iniziare...

Suggerimenti e varianti

Il consumo delle friselle è soprattutto estivo, quando vanno a costituire un piatto fresco e facilmente digeribile. L'uso canonico consiste nel bagnarle, incoronarle con i pomodorini freschi e locali, ricchi di "riddhru" (cioè i semi ancora avvolti nella loro gelatinosa placenta), cospargerle di origano salentino (Origanum heracleonticum), di sale e infine nell'allagarle, o quasi, d'olio di frantoio.

Ciononostante, la riuscita non è sempre garantita poiché, sembrerà strano, ma anche nell'espletazione di queste semplicissime operazioni si possono commettere degli errori ottenendo un risultato insoddisfacente se non disastroso. È facile, infatti, dire bagnare, ma come si bagna una "friseddhra" doc? Alcuni la profanano direttamente sotto il rubinetto, altri la pongono in una ciotola e la sommergono di acqua, altri la bagnano a rate con piccole, timide mestolate d'acqua. Tutte le metodiche elencate, ed altre che potrebbero aggiungersi, sono implacabilmente errate e il più delle volte portano in tavola un prodotto simile ad un pappone informe, una frisa troppo "sponzata", direbbero i leccesi.

Ecco un preciso protocollo per eseguire questa operazione a regola d'arte: per prima cosa bisogna porre in tavola una ciotola con acqua preferibilmente fresca, poi, dopo essersi muniti di fondine, bisogna afferrare con tre dita la friseddhra, con la parte rugosa sopra, calarla e tirarla fuori velocemente per tre volte dall'acqua della ciotola, quindi porla nella fondina sul cui fondo, badate bene, si è proceduto a versare un mestolino della stessa acqua e solo allora si può procedere al condimento. In questo modo la frisella si manterrà soda e consistente per tutto il tempo necessario a consumarla senza gonfiarsi. Provare per credere...

Qualche volta le friselle, dopo essere state sapientemente bagnate, vengono arricchite con altri condimenti come: rucola, peperoni, peperoncini, capperi, caruselle, finocchio marino sott'aceto... In questo caso vengono denominate "friseddhre 'ncapunate".

Prodotti tipici utilizzati

Torna a inizio pagina

ClioCom © copyright 2017 - Clio S.p.A. Lecce - Tutti i diritti riservati