Skin ADV

GOOGLE ADV

Come tira il vento

Venerdì, 29 giugno 2018 - - Categoria: Editoriale

Sabbia o scogli? Mattina o pomeriggio? Scirocco o tramontana? E soprattutto... Jonio o Adriatico? Quanti "dilemmi"! Ci sono perfino dissertazioni social di goliardiche scuole di pensiero e appassionati dibattiti tra opposte fazioni.

E tutto, per fortuna, è figlio dell'abbondanza. Quella del "mare salentino", sempre e più che mai, vera forza catalizzatrice della stagione estiva, pur ricca di mille sfaccettature, di variegate offerte e opportunità, di tantissime iniziative, tradizionali e consolidate, di altre nuove.

Non ci sono tanti altri posti, come il Salento, dove basta percorrere una manciata di chilometri per godersi i riflessi nell'acqua di un tramonto o i bagliori di un'alba da una scogliera. In cui si può scegliere dove andare a seconda del vento che tira: baie e calette, comode spiagge o impervi e isolati anfratti rocciosi. È tempo di mare, per qualcuno lo è già da un po', ma da questo mese il baricentro della vita tende a spostarsi verso le coste.

Luglio lo si avverte sulla pelle, lascia le tracce e dà il via anche all'ondata di aspettative di chi in riva al mare ci lavora, di chi lo fa vivere e assaporare e, magari, anche di chi vorrebbe lo si rispettasse di più. Di chi il mare lo ha atteso tutto l'anno e, all'improvviso... eccolo qui.

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2018 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica