Skin ADV

GOOGLE ADV

A Corigliano la meraviglia del parco per il Salento che pensa

Venerdì, 29 giugno 2012 - - Categoria: Cultura


Chi pensa che la filosofia è morta deve ricredersi. Parlare di Platone, Socrate e Aristotele fino ad oggi sembrava, parafrasando un termine informatico, "obsoleto". Proprio la continua fiducia nella tecnologia e nella perfezione delle macchine ha, forse, distolto l'attenzione sull'utilità di pensare favorendo la fiducia spropositata verso l'agire.

A Corigliano d'Otranto non è così. E' fissata per il 29 giugno, alle 21, l'apertura di "Sophia nel paese della meraviglia". Un parco filosofico nel cuore del centro storico del comune salentino dove viene favorito il diffondersi delle idee, dove vengono amati i pensieri intesi come germogli dell'uomo e frutti della creatività della mente umana.

"Sophia nel paese della meraviglia" è un evento culturale, una vetrina aperta a tutti. Un percorso espositivo che si snocciola tra le vie del centro storico sino ad arrivare al castello. Una scenografia generata da installazioni, progettate da Antonio Lupo, che coinvolgono lo spettatore in un suggestivo viaggio artistico all'aperto e basato su tecnologie 3.0.

Camminando tra le installazioni, un'ondata di musica, parole, suoni e suggestioni affascina lo spettatore che ha modo di interagire con le macchine che diffondono il verbo della creatività. Un parco per chi vuole mostrare, uno spazio rivolto per chi vuole osservare. Ogni macchina è pensata per reagire con il cammino dello spettatore, con un movimento, un gesto.

Un'iniziativa curata dal "Laboratorio permanente e collettivo del pensiero". Un gruppo di ragazzi seguiti da docenti ed illustri personalità che armati di tanto impegno e buona volontà, sotto la direzione artistica del creativo Lupo, ha creato questa iniziativa volta a rileggere il paesaggio urbano del proprio comune.

Dietro "Sophia" c'è la mente del sindaco Ada Fiore, docente di Filosofia presso il Liceo Capece di Maglie e sostenitrice delle virtù del pensiero. "Pensare è fichissimo" recita lo slogan della sua creatura "Salento che pensa", un'iniziativa rivolta a favorire le virtù del pensiero "per un' Italia che ragioni", come recita il sottotitolo. Un progetto che ha portato alla creazione di eventi culturali, seminari e momenti di riflessione aperti a tutti. (Ciro Masciullo)

Il parco resterà aperto nei mesi di luglio e agosto, il sabato e la domenica. Ingresso ore 20.30 - 24. Biglietto 2 euro.

Info: 329/8048716.

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica