A scuola di agricoltura sociale con Fori

Giovedì, 11 aprile 2019 - - Categoria: Ambiente

Dalla teoria si passa alla pratica, per diventare agricoltori sociali. Inizia lunedì 15 aprile "Fori", il ciclo di incontri di formazione dedicati alla gestione dei terreni agricoli confiscati alla mafia, un'iniziativa lodevole organizzata dal Comune di Brindisi.

Accolti nelgi spazi di Palazzo Guerrieri, i cinque incontri, distribuiti nell'arco di un mese, sono dedicati a buone pratiche, esempi concreti per un momento di confronto tra realtà già attive nel Salento e aspiranti contadini di terreni sotratti alla criminalità organizzata.

Si inizia lunedì 15, in compagnia della cooperativa agricola Karadrà di Aradeo, progetto di agricoltura multifunzionale nel Salento, e XFarm, con un approfondimento sull'agromafia e la sua mutazione in agricoltura sociale e naturale.

Mercoledì 24, ospiti di Palazzo Guerrieri sono due voci importanti della lotta per l'inclusione contro il caporalato: Diritti a Sud, da Nardò, che raccontano della nascita di Sfruttazero, la salsa di pomodoro equa e solidale, un'laternativa al sistema del capolarato; Libera Terra - Terre di Puglia, con la storia decennale della cooperativa agricola che opera nelle terre liberate dalla Sacra Corona Unita.

Giovedì 2 maggio, una storia di restanza e di comunità, quella della Casa delle Agriculture Tullia & Gino di Castiglione d'Otranto, associazione che ha scelto di restituire vita a un piccolo paese del Basso Salento, ripartendo dall'agricoltura come collante sociale, per generare economia sostenibile e senso di appartenenza; arriva da Bari, invece, la cooperativa sociale Semi di Vita, che parla della sua esperienza dagli orti urbani alla Fattoria dei Primi.

Mercoledì 8, si discute di "pomodoro revolution", insiemme alla cooperativa sociale Pietra di Scarto da Cerignola, mentre arriva da Oria il racconto de L'Onda Fertile, sull'agricoltura rigenerativa e la permacultura. 

Ultimo appuntamento, mercoledì 15 maggio, con il racconto di una piccola comunit in transizione, quella de Il Trullo Sociale di San Michele Salentino, mentre si torna nel Basso Salento con le voci dei ragazzi di Luna, il laboratorio rurale di agricoltura autoctona e coesione sociale di Galatone.

Tutti gli incontri si tengono a Palazzo Guerrieri, dalle 16 alle 20. Partecipazione gratuita. Iscrizione obbligatoria.

Info e iscrizioni: foribrindisi@gmail.com.