Skin ADV

GOOGLE ADV

Angelica, un parco verde come la speranza contro la mafia

Venerdì, 27 aprile 2012 - - Categoria: Attualità


In nome di Angelica, il bene confiscato a un criminale diventa simbolo e speranza. Un parco non più luogo di attività criminali, ostaggio di una mentalità retrograda e corrotta, ma uno spazio verde aperto a tutti, che viene inaugurato, sabato 28 aprile, sulla strada provinciale Alezio-Parabita. Un luogo che torna a disposizione della collettività, "la stessa collettività alla quale queste fortune, in mille forme, erano state sottratte", come sottolinea il parroco don Angelo Corvo.

Parco Angelica è grande circa 7000 metri quadrati, con tantissime palme, quasi un oasi esotica nell'entroterra salentino. Sarà un centro polifunzionale destinato ad accogliere tutti quelli che vogliono praticare sport. Ma non è tutto. Al vaglio della parrocchia di San Giovanni Battista (a cui è stata affidata la gestione per un anno), c'è anche la possibilità di organizzare manifestazioni culturali, spettacoli e attività ludiche, coinvolgendo le associazioni e le realtà locali in una serie di eventi tutti da programmare.

Il terreno apparteneva a Giorgio Romano, 61enne di Parabita, ucciso da quattro colpi di pistola la mattina del 13 settembre 2008. Romano comprava immobili e piccole imprese fallite ad aste giudiziarie attraverso un meccanismo che oltrepassa i limiti della legalità. Era anche dedito all'usura e all'estorsione, attività che avevano riempito le casse di famiglia e, proprio vicino al Parco Angelica sorgeva il capannone di 2.800 metri quadri nel quale fu ucciso.

Il parco è dedicato alla piccola Angelica Pirtoli che, a soli 2 anni, nel 1991, fu uccisa insieme alla mamma dalla Sacra corona unita e, nonostante il suo corpicino fosse a pochi metri da quello della madre, fu ritrovato dopo solo 8 anni.

Ora Angelica avrebbe vent'anni, ma non ce li ha e non li avrà mai, eppure la gente non l'ha dimenticata e a lei ha deciso di dedicare il grande parco immerso nel verde, il verde che non è più la sua tomba bensì un bel luogo dove potranno giocare tanti bambini.

Il parco sarà inaugurato alla presenza delle autorità sabato alle 16. Saranno presenti il vescovo della Diocesi Nardò-Gallipoli Domenico Caliandro, l'onorevole Alfredo Mantovano, il Prefetto di Lecce Giuliana Perrotta, il Presidente della II sez. Penale del Tribunale di Lecce Roberto Tanisi, l'amministratore giudiziario del bene Donato Pezzuto, il sindaco di Parabita Alfredo Cacciapaglia e una rappresentanza dell'associazione Libera. Tra gli invitati anche il presidente della Corte d'appello di Lecce Mario Buffa, il presidente della I sez. penale del Tribunale di Lecce Stefano Sernia, il Procuratore della Repubblica del Tribunale di Lecce Cataldo Motta e il prefetto di Reggio Calabria Giuseppe Caruso.

Previsti anche momenti dedicati alla musica e alla danza, con il gruppo Poprocks and coke, i giovanissimi di Azione Cattolica e la scuola Victory Dance.

Info: 0833/509826.

(27 aprile 2012)

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica