Skin ADV

GOOGLE ADV

I 150 anni della Camera di Commercio tra sfide e prospettive

Sabato, 14 aprile 2012 - - Categoria: Attualità

Camera di Commercio ed Arti della provincia di Terra d'Otranto: con questa denominazione e la giurisdizione sulle attuali province di Lecce, Brindisi e Taranto, nasceva nel luglio 1862 un ente destinato a espandere la sua attività di pari passo con lo sviluppo economico e sociale delle imprese e del territorio.

A 150 anni dalla promulgazione della legge 680 che introduceva le Camere di Commercio ed Arti nel Regno d'Italia, Unioncamere ha avviato una serie di iniziative per celebrare l'anniversario e Lecce onora la ricorrenza con due importanti appuntamenti.

Martedì 17 la sede dell'ente camerale in viale Gallipoli ospiterà il "Parlamentino" di Unioncamere, l'assemblea esecutiva dei presidenti delle Camere di Commercio italiane, mercoledì 18 si svolgerà al Teatro Paisiello, con inizio alle 10, l'incontro sul tema "Lo Sviluppo del Mezzogiorno: proposte e contributi delle Camere di Commercio". Dopo il saluto di apertura del presidente della Camera di Commercio di Lecce Alfredo Prete, il programma prevede gli interventi di Ferruccio Dardanello, presidente di Unioncamere, Paolo Perrone, sindaco di Lecce, Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce e Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia.

"Il Sistema Camerale a sostegno del Mezzogiorno" è il titolo della prima delle due relazioni previste, a cura di Aldo Bonomi, direttore del Consorzio Aaster. La seconda "Nuovo merito creditizio: sfide e prospettive per le Camere di Commercio" sarà svolta da Francesco Lenoci, docente dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

A seguire la premiazione delle "imprese storiche" della provincia di Lecce incluse nell'apposito registro nazionale che annovera le griffe che tengono alto in nome dell'Italia nel mondo.

"Il nostro Paese, in questi mesi, sta vivendo un passaggio storico carico di sfide importanti, sostenute da grandi aspettative di cambiamento", ha sottolineato il presidente della Camera di Commercio di Lecce, Alfredo Prete. "Occorre fare tesoro dell'eredità che ci perviene dal nostro passato, ed utilizzarla come materia prima per la costruzione del nostro futuro cementandola con la voglia di vincere le sfide poste dal mercato globale. Un'attività che si basa sulla forza delle tradizioni produttive italiane, che ci hanno portato ad essere uno dei Paesi-guida a livello internazionale", ha aggiunto Prete.

Un successo frutto della qualità, dell'innovazione e della creatività che da sempre caratterizzano le nostre produzioni. In quest'ambito le imprese salentine sono impegnate sui mercati internazionali: tale risultato premia lo spirito di sacrificio e l'abnegazione che caratterizza ogni imprenditore e la propria attività d'impresa; essi investendo energie economiche e personali, in virtù della fiducia che ripongono nel fare impresa secondo le regole della trasparenza e della buona gestione, nonostante gli ostacoli e le zavorre che costringono ad un supplemento di sforzi per competere alla pari della concorrenza. Proprio per questo", ha detto infine il presidente Prete, "nell'impresa si ritrovano tutti quei valori che tengono uniti gli italiani. Quegli ideali che stanno dentro i colori della nostra bandiera e che tanto bene simboleggiano la nostra identità".

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica