Skin ADV

GOOGLE ADV

I buoni e sani sapori nella finale di "Fornelli indecisi"

Lunedì, 26 marzo 2012 - - Categoria: Attualità

Mentre nella città barocca filiformi atleti correvano la seconda mezza maratona nazionale, nei bucolici spazzi della Masseria Ospitale di Lecce resistenza, impegno, ma soprattutto, sapore, impegnavano in uno sforzo non meno atletico concorrenti e giuria della seconda edizione di Fornelli indecisi.

Dagli antipasti ai dolci, la finale si è svolta, domenica 25, all'insegna della passione per la cucina ma, anche, del divertimento e la voglia di stare insieme. Sala piena e giuria d'eccezione, le portate in gara si sono susseguite al cospetto delle buone forchette con tanto di presentazione, appello alla giuria e storie da raccontare al microfono del mattatore e patron Pierpaolo Lala.

Arduo il compito dei giurati che, oltre a dover assegnare un voto alle ricette in gara, hanno necessariamente, ed eroicamente, dovuto assaggiare ogni pietanza, ovvero, ben 12 portate. L'accoglienza e la disponibilità in cucina e in sala dello staff della Masseria Ospitale hanno fatto il resto, confermando che questa manifestazione, nata da un sano spirito di condivisione, è stata anche per questa edizione una festa prima che una competizione. Lodevole, infatti, anche l'iniziativa di devolvere il ricavato in beneficenza alla Caritas.

All'insindacabile e, pare, molto combattuto, verdetto finale della giuria che si è giunti intorno alle 16.30 dichiarando vincitori: per la categoria antipasti, Caterina Massari; per i primi Debora De Fazio, Laura Vallo e Anna Gaudino; per i secondi Roberto Fidanza, per i dolci la famiglia Covolo.

Il premio speciale alla carriera è andato ad Assunta Rugge mentre quello della critica alla famiglia Covolo.

(26 marzo 2012)
Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica