Il bel canto del Salento

Venerdì, 02 agosto 2019 - - Categoria: Salento News | Attualità

Una romanza, come nella migliore tradizione Italiana. Un valzer che ha molto di Verdi, Bellini o Donizetti. "Salento" è il brano (scritto da Toni Tarantino, con testo di Nicola Papa e interpretato dalla voce del tenore Raffaele Pastore) che Tito Schipa non ha mai cantato. Anche perché, fino a una trentina d'anni fa, più che di Salento, si parlava esclusivamente di penisola salentina. Figuriamoci all'epoca del tenore leccese, uno dei maggiori tenori di grazia dell'epoca moderna.

È un'autentica chicca meravigliosamente anacronistica il singolo "varato" dalla baia di San Gregorio, con il videoclip disponibile online (per la regia di Gino Brotto) e con un pianoforte che rifugge le strampalate ombre delle luci artificiali per immergersi nelle acque placide della classicità e di quel "folle sentimento" che è l'amore.

 

Un amore privo, però, di rivendicazioni territoriali. E non potrebbe essere altrimenti, visto che si canta una terra che ha visto passare greci, latini, arabi, africani, arabi, bizantini, svevi, normanni, angioini e aragonesi.

Quel che poi sarà, a partire da questo brano, sarà cosa buona. Sia che arrivi (magari!) un album, sia che l'onda si smorzi sul bagnasciuga, lambendo l'avorio dei tasti bianchi e neri.