Skin ADV

GOOGLE ADV

L'Università del Salento vola a Sydney con "The fifth element"

Giovedì, 07 giugno 2012 - - Categoria: Attualità

Si chiama "Italian Ingenium Team" e, tra i componenti, conta anche uno studente dell'Università del Salento, la squadra vincitrice della competizione nazionale del concorso hi-tech "Imagine Cup" di Microsoft, con il progetto "The fifth element", dedicato ai bambini autistici, che dal 6 al 10 luglio prossimo vola a Sidney in occasione della finale italiana dell'iniziativa.

Sfruttare l'interesse naturale dei più piccoli per la tecnologia e personalizzare giochi e attività in base alle singole esigenze. Questi i punti cardine del progetto "The fifth element", nato dall'incontro con una terapista, che punta alla creazione di giochi modellabili sui bisogni differenti di ogni soggetto autistico, attraverso l'utilizzo di Kinect, device per Xbox creato da Microsoft, e una seria di librerie formulate dal team per il riconoscimento dei movimenti del corpo e della voce del bambino.

Efficiente, personalizzato e anche a domicilio. "The Fifth Element" è stato pensato soprattutto per chi non ha la possibilità di recarsi in centri specializzati e prevede un sistema di assistenza remota da parte di un terapista e un meccanismo di scambio in tempo reale di immagini, video, informazioni sulla posizione del corpo del bambino, progressi e commenti tra l'esperto e i genitori.

Tra le qualità del progetto, anche quella di essere economicamente conveniente grazie all'utilizzo della piattaforma di cloud computing "Azure", che gestisce la parte web e quella interattiva di assistenza remota, in modo tale da contenere la spesa a soli 5 dollari al mese per ogni bambino.

L'Italian Ingenium Team è composto da Antonio Vecchio (Università del Salento), Antimo Musone (Seconda Università degli Studi di Napoli), Daniele Midi (Università di Roma3), Matteo Valoriani (dottorato di ricerca al Politecnico di Milano), tutti studenti di ingegneria informatica, incontratisi in occasione del programma Micrsoft Student Partners.

I magnifici quattro sono arrivati primi sui 14 atenei italiani che hanno preso parte all'ultima edizione del concorso di Microsoft, che da dieci anni premia i migliori progetti ad alta tecnologia concepiti da studenti over 16 e universitari e dal 2003 ha coinvolto 1,4 milioni di studenti provenienti da 183 paesi.

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica