La Taranta in trasferta a Mosca: annunciati concertatore e primi ospiti

Mercoledì, 17 aprile 2019 - - Categoria: Cultura

La Taranta 2019 nasce a Mosca. È stato annunciato nell'ambasciata italiana della capitale russa, il maestro concertatore dell'edizione 2019 della Notte della Taranta. A dirigere l'Orchestra Popolare è il musicista classico Fabio Mastrangelo, violinista, protagonista della scena culturale in Russia, dove vive da 20 anni, ma di origini baresi.

È così il primo pugliese nella storia della Notte della Taranta a dirigere l'Orchestra Popolare. E con il nuovo direttore artistico annunciati anche i primi nomi degli ospiti, due voci celebri della scena musicale italiana: Elisa e il rapper Guè Pequeno. Altra novità, importante, è l'approdo della manifestazione su Rai 2, dove sarà trasmessa in diretta sabato 24 agosto.

Ad annunciare le tante novità, il presidente della Fondazione Notte della Taranta Massimo Manera, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l'assessore all'Industria turistico culturale della Regione Puglia Loredana Capone, ospiti dell'ambasciatore italiano a Mosca, Pasquale Terraciano.

Una scelta artistica, ma non solo quella di Mastrangelo, "che rafforza", spiega il governatore Emiliano, "il rapporto tra Puglia e Russia. L'attivazione di nuovi voli diretti e il fascino della pizzica consentiranno di attrarre nuovi visitatori. Oggi La Notte della Taranta rappresenta la metafora dello sviluppo culturale della regione. Il suo brand acquista posizioni nello scenario internazionale ed è determinato da un'alleanza che stiamo portando avanti con impegno e determinazione tra istituzioni, enti pubblici e privati, imprese culturali e creative, perché la cultura è motore di sviluppo sociale ed economico a scoprire la bellezza della musica e della danza di tradizione".

Linea sposata anche dall'assessore Loredana Capone, "la Notte della Taranta rappresenta oggi lo specchio della bellezza di Puglia", dice, "il Concertone di Melpignano resta un forte attrattore turistico capace di far vivere nuove esperienze di viaggio legate alle emozioni, alla musica, alla danza. La sfida è offrire al visitatore, anno dopo anno, servizi d'eccellenza nell'ottica dello sviluppo sostenibile".

Accoglie la diretta su Rai 2 con entusiasmo Massimo Manera, "un traguardo eccezionale", dice il presidente della Fondazione La Notte della Taranta, "una sfida accolta dal direttore Carlo Freccero con grande entusiasmo che colloca la cultura popolare al centro dell'interesse nazionale".

Tornando all'aspetto musicale, si dice sorpreso il musicista barese, "una nomina inaspettata ma gradita", dice, "sono orgoglioso da pugliese di collaborare con il festival della Taranta, una delle eccellenze culturali del Mezzogiorno che ha cercato di praticare un doppio movimento, la riscoperta delle radici ma nello stesso tempo la loro proiezione nel mondo globale. Il mio compito sarà quello di far abbracciare due mondi musicali diversi, la musica colta e la musica popolare".

Il cast dell'edizione 2019 si completerà nei prossimi mesi con l'annuncio degli ospiti internazionali. Gli 11 elementi dell'Orchestra Popolare della Taranta saranno integrati da una sezione d'eccellenza di giovani musicisti classici. "Un progetto orchestrale", ha evidenziato il direttore artistico del Concertone Daniele Durante, "dove il suono autentico dei tamburelli incontrerà l'ispirata creatività dei singoli musicisti e darà vita ad originali arrangiamenti".