Skin ADV

GOOGLE ADV

Lecce celebra il folklore, patrimonio immateriale nazionale

Martedì, 22 ottobre 2019 - - Categoria: Salento News | Cultura

Un'occasione, necessaria, di confronto, dibattito e dialogo sul vasto patrimonio immateriale locale. Lecce ospita la sua prima Giornata nazionale del folklore e delle tradizioni popolari nella mattinata di sabato 26 ottobre dalle 10 presso l'ex chiesa di San Francesco della Scarpa, in piazzetta Carducci.

È un'iniziativa del governo Conte, che ha istituito la Giornata nazionale per il 26 ottobre con la direttiva dello scorso 31 luglio, quella di fermarsi a riflettere sulla ricchezza, spesso ancora poco valorizzata e poco conosciuta dagli stessi italiani, delle antichissime tradizioni popolari, di quel patrimonio immateriale, culinario, religioso, culturale, artigianale, tramandato e conservato nel tempo. 

Nel cuore del barocco leccese, a pochi passi dalle chiese più importanti, in un luogo di per sé imbevuto di tradizione, è allestito il convegno che vede tra i partecipanti numerosi esponenti delle istituzioni locali, una mattinata di confronto aperta al pubblico su come riscoprire e sostenere le tradizioni e le eccellenze del Salento per farne strumenti di crescita e di rilancio culturale, economico e sociale del territorio, in vista non solo di una offerta turistica destagionalizzata ma di un coinvolgimento, ogni giorno dell'anno, anche dei cittadini e degli stessi utenti locali di questa straordinaria ricchezza senza tempo.

La giornata è introdotta da Stefano Minerva, presidente della Provincia Lecce, e animata dagli interventi di Dina Manti, consigliera provinciale con delega alle Politiche culturali, turistiche e del territorio, Loredana Capone, assessore regionale all'Industria turistica e culturale, Massimo Manera, presidente della Fondazione "La Notte della Taranta", Graziano Cennamo, presidente di PugliArmonica. Modera Mattia Chetta, giovane blogger salentino.

Sindaci, associazioni, comitati festa e rappresentanti locali sono invitate a partecipare a questa prima edizione di una iniziativa che vece come protagoniste anche giovani realtà come gli studenti dell'IISS "Presta Columella" di Lecce, che allestiscono un'esposizione di pridotti tipici della tradizione culinaria salentina, e la banda giovanile Associazione Amici della musica di Aradeo.

"Non solo raccontare le eccellenze del nostro territorio, ma anche individuare soluzioni per il rilancio competitivo della Provincia, valorizzandone i segmenti strategici, le vocazioni e i valori identitari", dichiara Stefano Minerva, "Questo è quello che puntiamo a fare, così come scritto nelle nostre linee programmatiche di governo. Inizieremo a farlo sabato, con un primo incontro dedicato agli operatori del settore e alle istituzioni. Insieme possiamo costruire percorsi virtuosi di crescita culturale ed economica".

"La nostra Provincia è la culla che accoglie le passioni e le tradizioni. Oltre alle bellezze paesaggistiche e naturalistiche, abbiamo un tesoro da riscoprire e da valorizzare al meglio. Lo dobbiamo alle centinaia di realtà che animano la quotidianità del Salento, ai cittadini che si impegnano per mantenere vive le nostre tradizioni, ai giovani che quelle tradizioni le considerano parte integrante della loro vita", asserisce la consigliera Manti, "Ecco, la Giornata nazionale del folklore e delle tradizioni popolari serve a questo. A immaginare, insieme a Regione Puglia e ai Comuni della provincia, un percorso di condivisione delle esperienze virtuose della nostra terra, mettendole a sistema e rafforzandole".

 

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica