Skin ADV

GOOGLE ADV

#ParcoGondarCommunity: arrivederci all'arena più grande del Sud Italia

Venerdì, 08 giugno 2018 - - Categoria: Attualità

L'estate salentina non sarà la stessa senza il Parco Gondar, l'arena più grande del Sud Italia, a pochi metri dal mare di Gallipoli, tra i più belli del Salento.

La magistratura ha confermato il sequestro della struttura, paventato già per la scorsa stagione e poi congelato per salvaguardare la scaletta di concerti già programmati. Quest'anno, il giudice ha messo in atto la sospensione delle attività del Parco, per sospetti abusi edilizi in un'area della struttura sottoposta a vincoli paesaggisti e appartenente al demanio marittimo.

Una decisione che ha deluso i tanti aficionados del parco che si mobilitano da mesi dal Salento, dall'Italia e dall'estero, con un'ondata di solidarietà senza pari che, se non ha smosso le autorità giudiziarie, ha sostenuto il team del Gondar in questi mesi di sconforto e rassegnazione e, grazie al supporto delle attività commerciali salentine, ha indetto la #ParcoGondarCommunity, serata a sostegno del Parco, domenica 10 giugno a Gallipoli.

"L'iniziativa sui social è diventata virale dalle prime ore. Staff, gente comune, famiglie, bambini, strutture ricettive hanno fatto sentire all'unisono la loro voce a sostegno del Gondar", racconta Paolo Demitri, coordinatore dell'iniziativa, iniziata per gioco, è cresciuta in maniera esponenziale, e oggi sono centinaia le foto postate con l'hashtag #ParcoGondarCommunity, da tutto il mondo, a testimonianza di come il Parco Gondar non solo sia conosciuto in tutto il mondo, ma sia anche un importante veicolo di promozione del territorio salentino".

Un'iniziativa nata spontaneamente, quindi, che coinvolge l'associazione Imprenditori e Commercianti di Gallipoli, Legambiente, Fidas, Avis, Lilt, Arcobaleno su Tanzania, Improvvisart e i tanti esercizi commerciali salentini che hanno espresso il proprio supporto al parco. "Lo spazio del Parco Gondar è un indispensabile centro di aggregazione e comunicazione sociale e non solo a livello locale; il parco ha caratterizzato non solo l'offerta turistica (sarebbe riduttivo), ma lo scenario territoriale, attraverso la scelta degli artisti, con tematiche importanti con cui si diffondono i principi dell'inclusione, della globalizzazione, della fratellanza e della giustizia sociale", dice Maurizio Manna, direttore di Legambiente.

"Non posso che guardare con molta attenzione la vicenda del Parco Gondar, poiché può avere ripercussioni su tante altre attività che cercano di adeguarsi a tutte le normative vigenti in materia di pubblico spettacolo", ribatte Maurizio Pasca, presidente del Silb, "i titolari del Parco Gondar hanno realizzato una struttura che si è adeguata alle tante normative in tema di pubblica sicurezza realizzando una delle location più all'avanguardia in Italia e una delle più capienti in totale sicurezza". Sono pochi anni fa, infatti, in tanti ricorderanno che al posto del parco Gondar, giaceva il fantasma del parco divertimenti Smile, chiuso negli anni Novanta e abbandonato tra erba selvatica e discariche abusive, nell'indifferenza generale della città.

Nato nel 2008, il Parco Gondar ha ospitato negli anni artisti di fama internazionale come David Guetta, Shaggy, Battiato, Carmen Consoli, Caparezza, Pino Daniele, Subsonica, Francesco De Gregori, Negrita, e Manu Chao, con circa un milione di visitatori nelle prime sei stagioni.

Domenica 10 giugno, sono le star gallipoline Vata e Ttina, ovvero Alberto e Luana Greco dei Ragazzi di via Malinconico, a presentare la serata, che vede sul palco Papachango,Crifiu, Cesare dell'Anna, La Municipàl, Bundamove, Mistura Louca, Kalinka, Café Chinaski, Natural Mystic, Bar Italia, Orchestra dei Fiati "Santa Cecilia" e tanti altri.

In pieno spirito Gondar, anche la fine di una bella avventura si trasforma in un'occasione per fare festa, per ricordare sei anni di party, concerti, amicizie, incontri in riva al mare, e celebrare quello che speriamo sia solo un arrivederci al Parco Gondar.

Start ore 19. 

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2018 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica