Skin ADV

GOOGLE ADV

Patù si veste di fiori, nel segno dell'integrazione

Venerdì, 01 giugno 2018 - - Categoria: Cultura

Una tradizione cristiana che diventa occasione di incontro tra culture e religioni diverse, un terreno fertile per la comunicazione, lo scambio e la condivisione. Sabato 2 e domenica 3 giugno a Patù, la consueta Infiorata del Corpus Domini diventa un momento di convivialità tra cittadini e richiedenti asilo, uniti dal desiderio comune di fare un passo verso l'altro e ornare la bella citta di Patù.

Denominatore comune sono i fiori, tantissimi, che rivestono Patù, trasformandola in una vera e propria opera d'arte a cielo aperto, un capolavoro straordinario ed effimero, un ricamo di erbe naturali, petali, corolle, tutti raccolti nei campi circostanti e utilizzati ancora freschissimi per decorare la città di volti di madonne, santi, scene religiose e fantasie astratte.

Una ricorrenza che si ripete da cinque anni e che quest'anno sarà nel segno dell'integrazione, grazie alla partecipazione delle ragazze e dei ragazzi del progetto Sprar di Patù, gestito da Arci  Lecce, e dei richiedenti asilo provenienti da altre strutture nel basso Salento, da Gagliano del Capo a Salve, da Castrignano del Capo ad Alessano.

Tutti insieme, in un lavoro di squadra meticoloso e preciso, che va dal raccolto alla preparazione, fino all'allestimento sugli spazi comuni, una selezione attenta dei petali, secondo forma e colore e poi, dopo lo schizzo del disegno preparatorio, la "stesura" del colore, la disposizione delle corolle che di solito avviene nottetempo, la creazione di veri e propri mosaici di fiori e rosoni di verde, un lavoro certosino che si dissolve in poche ore.

«Anche quest'anno rimarremo fedeli a ciò che ormai è diventato tradizione. Riusciremo a superare le differenze, i rancori e le invidie, perché l'Infiorata per noi è soprattutto questo: Riuscire a costruire la Comunione tra di noi, consapevoli che è dalla Comunione che si generano i frutti più belli», così si esprime don Gianluigi Marzo della Parrocchia San Michele Arcangelo di Patù.

L'infiorata si svolge tra la notte di sabato 2 e le opere saranno visibili durante tutta la giornata di domenica 3.

Torna a inizio pagina

ClioCom © copyright 2018 - Clio S.p.A. Lecce - Tutti i diritti riservati