Skin ADV

GOOGLE ADV

Racconti, poesie e reportage: premiati gli editori salentini

Mercoledì, 07 marzo 2012 - - Categoria: Cultura

Va alla giovane casa editrice barese, Caratteri Mobili, Il premio PugliaLibre 2011. Organizzato dalla rivista on line "Puglia Libre. Libri a km 0", il premio ha riconosciuto, nell'ambito di otto diverse categorie, anche l'operato delle case editrici salentine, Besa, Manni e Kurumuny, e tre delle loro pubblicazioni.

Improntato a due concetti innovativi nel campo della piccola editoria: quelli di slowbook e di bibliodiversità, "Puglia Libre", associazione culturale, rivista on line e supporto cartaceo distribuito in libreria e nelle fiere di settore, progetto nato nel 2007, è uno sguardo attento al mondo della piccola e media editoria pugliese, rappresentando, di fatto, un efficace strumento di promozione delle loro attività.

"Dopo appena due anni di attività, questa casa editrice barese ha saputo mettere a segno pubblicazioni di indubbio rilievo, ottenendo prestissimo una distribuzione nazionale e importanti vetrine in premi letterari, recensioni, presentazioni in prestigiosi luoghi di cultura in Italia e, di recente, anche all'estero", questa la motivazione che ha accompagnato il premio come miglior casa editrice pugliese a Caratteri Mobili.

Passando alle salentine, con "I ragni in testa", di Alessandro Angeli, Besa Editrice, si è aggiudicato il premio per la migliore raccolta di racconti, quelli "su un Sud disperato e amaro, ma non ancora rassegnato".

La migliore raccolta di poesie è "Il vento di Praga", di Cristanziano Serricchio, pubblicato da Manni, "un riconoscimento a uno dei maggiori poeti pugliesi viventi che, a 90 anni, coltiva la sua meditazione dolente e pacata in un viaggio nel cuore dell'Europa".

A "Invisibili", di Fulvio Colucci e Giuse Alemanno, edito da Kurumuny, va il premio per il miglior saggio o reportage, "un testo snello eppure significativo, capace attraverso un registro narrativo di evidenziare le diverse problematicità dell'Ilva di Taranto".

Completano l'elenco dei premiati "I giardini segreti di Mogador" (Poiesis Editrice), per la miglior traduzione; "Il mestiere dell'archeologo", di Giovanna Baldasarre (Gelsorosso) è il miglior libro per ragazzi; il premio per la miglior veste grafica, infine, va a Claudio Grenzi Editore per "Tempi e forme dell'arte", volume curato da Luisa De Rosa e Clara Gelao.

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica