Ripuliamo il Salento: lo spot di Winspeare con Helen Mirren

Venerdì, 12 aprile 2019 - - Categoria: Ambiente

"Ma voi vivete in un paradiso", quante volte abbiamo sentito un turista pronunciare questa frase, in estasi davanti al mare, alla natura salentina. Negli spot realizzati da Edoardo Winspeare, nella campagna a salvaguardia dell'ambiente promossa dalla Banca Popolare Pugliese, è Helen Mirren, attrice premio Oscar, ormai di casa qui nel Salento e da sempre schierata per la difesa dell'ambiente, a meravigliarsi davanti al mare e alla campagna, deturpati dagli ormai consueti rifiuti, in una delle tante discariche abusive che puntellano il territorio.

Una decisione, quella della banca, ormai una istituzione del territorio, presente in cinque regioni con 105 filiali, di affiancarsi a enti, istituzioni e associazioni che hanno a cuore la salvaguardia delle caratteristiche e delle bellezze dell'ambiente in cui viviamo.

"In coerenza con tale ruolo, Banca Popolare Pugliese segue con apprensione il degrado ambientale del nostro territorio che si manifesta per colpa di quei pochi che manifestano scarso senso civico e per la diffusa indifferenza di molti altri, di fronte ad episodi che contribuiscono a deturpare il magnifico paesaggio che la natura ha consegnato alle nostre cure", spiegano, "Questo si aggiunge purtroppo ai guasti all'ambiente naturale che la malattia degli ulivi sta producendo. Se su quest'ultimo fronte ben poche sono le armi in nostro possesso, sull'altro fronte possiamo fare molto di più, anche al fine di salvaguardare con il paesaggio quella che è diventata un'attività economica di forte impatto e in costante sviluppo: il turismo".

"Questa iniziativa si inserisce in un alveo di iniziative che raggrupperei tra quelle di responsabilità sociale nei confronti del territorio" ha sottolineato il Presidente di BPP Vito Primiceri. "Siamo convinti che il rapporto col territorio diventi completo se dal territorio si prende e al territorio si restituisce. Oggi parliamo di educazione ambientale, intesa come sensibilizzazione nei confronti dell'ambiente e del paesaggio. Abbiamo il desiderio di parlare a chi quest'attenzione non ce l'ha, ma anche alla stragrande maggioranza dei salentini e alle pubbliche amministrazioni che possono comunque fare di più. E per questa campagna ci siamo rivolti a un vero cultore del paesaggio salentino: Edoardo Winspeare, che ha sempre manifestato una coscienza ecologica particolarmente sviluppata, per questo gli abbiamo affidato la redazione di una serie di mini documentari da trasferire in televisione e sui social network, al fine di sensibilizzare la cittadinanza alla tutela e al rispetto dell'ambiente. Edoardo Winspeare è riuscito inoltre a coinvolgere il Premio Oscar Helen Mirren, da anni ormai un'attenta appassionata del nostro territorio, e che la Banca non può che ringraziare sentitamente, sperando che tale campagna di comunicazione possa portare frutti positivi".

 

"Abbiamo avviato la campagna delle buone pratiche ambientali e continueremo su questa scia" ha aggiunto il direttore Generale della BPP Mauro Buscicchio. "Abbiamo acquisito dal National Geographic una serie di foto di paesaggi a 360 gradi, che mostrano come l'uomo riesca a deturparli. Questo è il filo conduttore per questa campagna di comunicazione. L'obiettivo è dunque innescare un circolo virtuoso per difendere e valorizzare le bellezze paesaggistiche della nostra terra. Ci è sembrato particolarmente importante nel solco di una tradizione che ha visto sempre la nostra Banca non limitarsi alle operazioni finanziarie, ma farsi carico, in molte circostanze, della diffusione e conoscenza delle bellezze e delle prerogative più identificative delle nostra terra.

"Sono molto contento di presentare questi cortometraggi-spot" ha spiegato il regista Edoardo Winspeare. "I miei ultimi due film parlano molto di ambiente, che diventa di fatto un personaggio vero e proprio. Tempo fa ero con Mirren e suo marito Hackford, che esprimendomi il loro amore per questa terra, si chiedevano come sia possibile la presenza di alcune zone di degrado. Quando ho proposto a Hellen questo progetto, ha voluto aderire con grande entusiasmo. Sui quattro corti, due vantano la sua presenza".