Skin ADV

GOOGLE ADV

Un corto su Bodini in concorso al Miff Awards di Milano

Martedì, 24 aprile 2012 - - Categoria: Cultura

Il Salento in 22 minuti, per ricordare Bodini. "Poppitu", cortometraggio girato a quattro mani da due registi baresi, Roberto De Feo e Vito Palumbo, è candidato alla dodicesima edizione del "Miff Awards", il concorso cinematografico internazionale in programma, a Milano, dal 10 al 19 maggio.

E' la storia di due fratellini segnati da un casuale incontro con Vittorio Bodini, nell'estate calda del 1968 a Cocumula, la piccola frazione di Minervino. Poco più di mille abitanti e una notorietà tutta dovuta ad uno dei più celebri versi del grande poeta.

Lì, immersi tra ulivi e vigneti della loro campagna salentina, due bambini, Giulio e Oronzo, durante una consueta giornata di giochi all'aria aperta, incontrano il poeta e traduttore salentino. Un incontro, con Vittorio Bodini, che segnerà le loro vite, e dividerà le loro strade.

Giulio decide di andare via per studiare e diventare uno scrittore, Oronzo, invece, sceglie di restare perché indissolubilmente legato alla sua terra.

Ispirato alla vita e ai versi del celebre scrittore, "Poppitu" (dal latino "post-oppidum", colui che viene da fuori le mura cittadine) è l'amara riflessione su un antico dilemma: partire o restare?

Il cortometraggio è prodotto da Apulia Film Commission nell'ambito del "Progetto memoria", un concorso per la produzione di cortometraggi sull'identità pugliese del '900. "Poppitu" è uno dei film finanziati con il bando 2010, dedicato alla storia di personalità che hanno contribuito ad evolvere la vita sociale, culturale, politica ed artistica della regione. Nel cast: Alberto Rubini, Paolo De Vita, Maurizio Nicolosi, Vittorio Carlotti, Claudio Salvato, Maria Pia Autorino e Ippolito Chiarello.

Con "Poppitu" i due registi provano a bissare il successo avuto nel 2010 al "Miff Awards" di Milano, che ha consegnato loro la statuetta del "Cavallo di Leonardo" per il cortometraggio "Ice Scream". Una storia forte, un "pulp" sulla violenza gratuita e sul bullismo. Un successo, il film è stato distribuito in 14 paesi, che ha indotto la "Little Studio Film" di Beverly Hills a curare l'ideazione per un riadattamento per il grande schermo.

(Ciro Masciullo)

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica