Skin ADV

GOOGLE ADV

Cantine Aperte: un week-end di sorsi, tra vigneti e bottaie

Sabato, 25 maggio 2019 - Autore/Fonte: Francesca Casaluci - Categoria: Attualità

Dal Negroamaro al Nero di Troia, dal Primitivo alla Verdeca, un weekend di sorsi, assaggi e passeggiate lungo le strade del vino di Puglia. Compie 27 anni "Cantine aperte", rassegna organizzata dal Movimento Turismo del Vino che in tutta la penisola raggruppa più di mille cantine e aziende vitivinicole.

Sono circa 60 quelle che allietano il percorso pugliese, puntuale meta di decine di migliaia di enoturisti e wine lovers, che oltre a far degustare nettari e sapori, tipici della cantina e del posto, diventa momento importante per conoscere la produzione, i segreti della vinificazione e, soprattutto, quanto il settore sia importante per molte zone e comunità. Cuore della manifestazione è come ogni anno la degustazione, con centinaia di etichette, dalle annate storiche alle ultimissime novità sul mercato, al centro di laboratori e minicorsi guidati da sommelier professionisti, che accompagnano addetti ai lavori e appassionati, nella cornice di un ricco programma di iniziative culturali, musicali, eventi e altre attività.

Un weekend ormai attesissimo, una piccola tradizione che si ripete, passo dopo passo, pedalata dopo pedalata, sorso dopo sorso, all'insegna di quella netta evoluzione del concetto di cantina, avvenuta grazie a iniziative come "Cantine aperte", che ha spronato molti produttori a riorganizzare e attrezzare spazi, ad allestire esposizioni, nel nome dell'accoglienza degli estimatori, il cui target si è notevolmente ampliato negli ultimi lustri. Tutto all'insegna di quel "Vedi cosa bevi", diventato il claim di "Cantine aperte", che si aprono così come il territorio si apre alla bella stagione, con i germogli delle viti già prominenti, che annunciano un'altra stagione di cura e attenzione dei produttori.

Tra le cantine aperte nel Salento ci sono Carvinea, Due Palme, Masseria Li Veli, Masseria Altemura, Cantina San Donaci, Apollonio, Bonsegna, Cantele, Castel di Salve, Schola Sarmenti, Cupertinum, Duca Carlo Guarini, Feudi di Guagnano, De Falco, Leone de Castris, Petrelli, Menhir, Claudio Quarta, Palamà, Cosimo Taurino, Fiorentino.

Per prepararsi al meglio alle degustazioni, sul sito e sugli account social (Facebook, Twitter e Instagram) del Movimento sono disponibili l'elenco delle cantine partecipanti e tutti gli ultimi aggiornamenti sui programmi. Dal sito è inoltre possibile scaricare le app Ampelopuglia e Top Wine Destination, che offrono dettagli su territori e vitigni e sulle opportunità di enoturismo e di turismo rurale offerte dal Movimento Turismo del Vino Puglia. Tutte le cantine e relativi programmi su: www.mtvpuglia.it.

(Francesca Casaluci)

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica