Skin ADV

GOOGLE ADV

Cultura e turismo internazionale, le strategie della Regione Puglia

Martedì, 17 settembre 2019 - - Categoria: Attualità

Una ricca sessione dedicata al binomio "cultura e turismo" ha animato la quarta giornata presso il padiglione della Regione Puglia, sempre più protagonista alla 83esima edizione della Fiera del Levante. "Destinazione Puglia: Cultura, patrimonio e innovazione leve dello Sviluppo Turistico" il titolo del forum, una sessione del "Piano strategico Puglia 20-30" che ha messo al centro il binomio fondamentale per il futuro della Puglia.

C'è la Puglia della cultura e dei borghi, degli eventi culturali e del patrimonio artistico, del cinema, dei festival e dell'arte, un patrimonio che è la carta vincente per lo sviluppo turistico. Quattro temi, quattro (partecipatissimi) tavoli di partecipazione, tutti declinatici col binomio "cultura e turismo": Cultura dell'accoglienza e governance; Infrastrutture materiali e immateriali; Impresa culturale e creativa, lavoro e occupazione; Innovazione e internazionalizzazione.

I dati attuali confermano come cultura e turismo consentano una crescita economica inclusiva e sostenibile, garantendo occupazione e arricchimento culturale. E, negli ultimi anni, la Regione ha mostrato una grande capacità programmatoria e strategica in materia di cultura e turismo, strettamente legati. "Lo sviluppo culturale della Puglia incide positivamente sullo sviluppo turistico e sua destagionalizzazione e, più in generale, su tutta la nostra economia", ha rimarcato il presidente Michele Emiliano, "con il Piano strategico del turismo e con il Piiil, la Puglia è stata la prima regione italiana a realizzare una programmazione concreta e finanziata, attraverso importanti meccanismi di partecipazione, coinvolgendo tutte le forze presenti sul territorio. Con l'evento di oggi in Fiera del Levante non solo tracciamo un bilancio positivo di questi primi quattro di attività, ma guardiamo al futuro costruendo insieme, in modo partecipato, la prossima Pianificazione".

Tanti gli strumenti finanziari messi a disposizione di tutti, quelli citati, di operatori della cultura e dello spettacolo ma anche di comuni, istituti scolastici ed ecclesiali. Poi il bando destinato alla realizzazione di Biblioteche di Comunità, che ha portato la Puglia a essere riconosciuta come un vero e proprio esempio europeo, quello per il restauro e il rilancio degli attrattori culturali, per il rinnovamento delle sale cinematografiche e dei teatri storici, e quello dei "Luoghi Identitari".

Arrivo e presenze di turisti stranieri e allungamento della stagione estiva, parte dall'aumento, significativo di questi due dati l'assessore all'Industria turistica e culturale, Loredana Capone, "grazie al grande impegno degli operatori turistici che hanno creduto nella strategia della internazionalizzazione e della destagionalizzazione messa a punto dalla Regione, e grazie all'intenso lavoro di Pugliapromozione insieme con tutte le agenzie regionali", ha precisato, "il lavoro fatto fino a oggi ha centrato gli obiettivi, siamo la regione che è cresciuta di più in Italia per l'incoming dall'estero", spiega, "insieme con la Basilicata e la Campania. Dal 2015 al 2018, la crescita dall'estero è stata straordinaria: +43 per cento e +33 per cento. Ci eravamo proposti strategicamente di consolidare i mercati europei, ed in particolare la Germania, e i dati ci dicono che la Germania è tornata ad essere la prima per crescita dei flussi in Europa. Avevamo puntato su mercati extraeuropei come la Russia, la Cina e gli Stati Uniti, e questi mercati sono cresciuti a due cifre. Non solo, il grafico degli arrivi e delle presenze dall'estero conferma che nel 2018 i mesi più gettonati sono stati marzo, aprile, maggio, settembre e ottobre".

Dal presente al futuro, "tenere il passo di questa crescita internazionale, richiede uno sforzo di innovazione delle strategie di promozione e valorizzazione, del sistema dell'informazione ed accoglienza, tutte quelle componenti pubbliche e private presenti sul territorio consapevoli dell'importanza che il turismo ha per l'economia regionale", ha concluso l'assessore Capone, ricordando gli innumerevoli progetti ed eventi.

Cita il compianto Alessandro Leogrande, Aldo Patruno, direttore del dipartimento Cultura e Turismo della Regione Puglia, "Beato quel padre che è in grado di dare ai propri figli Radici e Ali", dice, "è l'ispirazione più profonda che abbiamo provato a dare a tutte le politiche culturali e di promozione e valorizzazione del territorio pugliese, senza questa ispirazione non si comprendono fino in fondo i numeri entusiasmanti che tutti i giorni registriamo su arrivi, presenze, internazionalizzazione, eventi, riconoscimenti, crescita, occupazione. E i bandi, le procedure, i finanziamenti non trovano la loro anima, il loro perché". Parla di "identità meticcia" Patruno, "tutto lo sforzo di questi anni è stato orientato a valorizzare l'identità più autentica del territorio e delle comunità pugliesi, identità arricchita da contaminazioni, attraversamenti, scavalcamento di frontiere materiali e immateriali".

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica