Skin ADV

GOOGLE ADV

Festival Notte della Taranta: nel Salento culture d’Italia e bellezze del mondo

Martedì, 09 luglio 2019 - - Categoria: Cultura

I classici "concerti ragnatela", la rassegna Altra tela, poi lectio magistralis, una mostra sui 60 anni della "Terra del Rimorso" di Ernesto De Martino, e ancora libri, cinema, sapori e, naturalmente, tanti, tantissimi cantanti e musicisti sui palchi. Abbraccia l'intero agosto il Festival Notte della Taranta, tranche che annuncia il Concertone in programma sabato 24 agosto a Melpignano. Prende il via il 3 agosto, come di consueto da Corigliano d'Otranto, il Festival itinerante, diretto da Luigi Chiriatti, quest'anno dedicato a "Culture d'Italia, bellezze nel mondo". Sono 14 le regioni italiane rappresentate, 100 le ore di live show, 400 i musicisti coinvolti, 53 i concerti, e gli altri appuntamenti che raccontano la vivacità artistica e culturale che esalta l'immagine autentica del Belpaese e l'identità dei territori: Sicilia, Sardegna, Abruzzo, Umbria, Emilia Romagna, Lazio, Campania, Calabria, Liguria, Trentino Alto Adige, Basilicata, Toscana, Marche e Puglia.

Proprio per questo, durante la conferenza stampa di presentazione del Festival, tenutasi a Roma, Lucia Borgonzoni sottosegretario al MIBAC, ha annunciato di voler "dare il via al percorso di riconoscimento del fenomeno della Taranta e della 'Pizzica' da parte dell'Unesco, perché possano entrare a far parte del patrimonio immateriale dell'Umanità. La Taranta – ha dichiarato - è l'esempio vivo e forte di come le tradizioni possano trovare spazio anche nel racconto ai giovani e alle nuove generazioni in una chiave di lettura 'nuova', ma sempre fedele a ciò che sono. È l'espressione viva della nostra capacità di valorizzare il nostro patrimonio culturale". Con lei, al tavolo l'assessore all'Industria turistico culturale della Regione Puglia, Loredana Capone, il presidente della Fondazione La Notte della Taranta, Massimo Manera, il direttore artistico del festival, Luigi Chiriatti.

Riguardo i tradizionali "concerti ragnatela", si aggiunge Galatone alle tappe dello scorso anno, con i palchi che accolgono il meglio della scena musicale salentina, pugliese, e loro ospiti. Tra i tanti: l'Orchestra Popolare La Notte della Taranta (protagonista di tre concerti), Antonio Castrignanò che incontra Sona Jobarteh, CGS Canzoniere Grecanico Salentino, Nidi d'Arac, Mascarimirì, Alla Bua con l'Orchestra del Sole, e molti altri.

Particolarmente viva anche la rassegna dei concerti Altra tela, pensata per accogliere in luoghi più particolari dei centri storici suoni e voci di varie regioni. Tra gli ospiti: Peppe Barra, Otello Profazio, Filippo Gambetta Trio, Roberto Castello, Mamuthones e Issohadores, Dahlìa, Coro Mondine di Novi. A rappresentare la Puglia un progetto di Ninfa Giannuzzi, con Tosca e l'iraniana Shadi Fathi, una degli ospiti stranieri del festival, insieme con Armonia Greca (Grecia), Sona Jobarteh (Gambia), Badara Seck (Senegal), Moustapha Dembélė Zam (Mali).

In programma tre incontri speciali con Vittorio Sgarbi, Eugenio Finardi e Giovanna Marini, un omaggio a Ernesto De Martino, con la mostra "La mitica estate del 1959", un viaggio fotografico e documentaristico che ripercorre il lavoro svolto nel Salento dall'équipe dell'antropologo. Quindi la riproposizione della mostra "Monadi danzanti", protagonista lo scorso anno.

Annunciata infine qualche novità sulla tranche che annuncia il Concertone del 24 agosto, trasmesso in diretta su Rai 2 e Rai Radio 2. Protagonisti del pre-concertone saranno Piccola Ronda, Nando Citarella e Orchestra Dei Braccianti. Poi il clou con l'Orchestra Popolare Notte della Taranta diretta dal maestro concertatore Fabio Mastrangelo, gli ospiti, Elisa e il rapper Guè Pequeno, e le coreografie di Davide Bombana.

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica