Skin ADV

GOOGLE ADV

Genuino Clandestino a Urupia: lotta alla sovranità alimentare

Venerdì, 05 ottobre 2018 - - Categoria: Ambiente

Un forcone, una pala, una spiga di grano. Incrociati insieme, come il simbolo dei pirati. È questo il logo degli intraprendenti corsari dell'autodeterminazione alimentare, ovvero Genuino Clandestino, movimento nazionale di singoli e comunità in lotta per un cibo più sano e senza padroni. Tutto nasce nel 2010, come campagna di comunicazione e denuncia verso chi ha reso fuorilegge i prodotti contadini trasformati.

Col tempo il progetto è cresciuto tramutandosi in rete di comunità e, venerdì 5 e sabato 6, ci si trova presso la Comune Urupia, a Francavilla Fontana, per un incontro interregionale, tra un mercato genuino, un'assemblea plenaria, tavoli tecnici e tematici su ecologia, formazione, mutuo aiuto e nuovi schiavismi. Spazio anche ai documentari con la proiezione di "Mal d'Agri" di Mimmo Nardozza e Salvatore Laurenzana, sugli effetti delle trivellazioni petrolifere in Basilicata.

Nato con precise rivendicazioni in fatto di agricoltura e produzione alimentare, il movimento Genuino Clandestino anno dopo anno ha allargato la sua rete, facendosi portavoce di un'alternativa economica più equilibrata e libera, in contrapposizione al capitalismo imperante. Sostenere i mercatini locali, i gruppi d'acquisto e le produzioni a filiera corta; garantire l'accesso alla terra come "bene comune" e diffondere buone pratiche agricole che limitino l'uso dei pesticidi, dei fertilizzanti chimici, degli OGM e l'emissione di gas serra; praticare la trasparenza nella realizzazione e nella distribuzione del cibo, per contrastare il business dell'agricoltura industriale e del suo sistema falsato di certificazioni; sostenere le comunità locali nella difesa del proprio territorio: sono solo alcune delle pratiche di resistenza civile e di opposizione dal basso messe in atto da Genuino Clandestino, che ha lanciato anche scuole gratuite di formazione contadina, cucine libere dalla sovranità alimentare e un meccanismo autogestito di certificazioni partecipate.

Come da tradizione, a ospitare l'appuntamento autunnale con Genuino Clandestino è Urupia, comune libertaria, vero e proprio "laboratorio sociale d'utopia", dove si autoproducono olio vino, prodotti da forno, dove è aperta una scuola libertaria e dove si condividono buone pratiche e riusciti tentativi di opposizione alle sovranità di ogni tipo.

Durante i due giorni, non mancano momenti di convivialità e divertimento, con cene sociali, dj set, teatro per bambini, satira politica e musica dal vivo.

Chiusura degli appuntamenti domenica 7, a Taranto, in via Garibaldi, con un grande incontro/dibattito mattutino su Ilva, Xylella, Tap, acqua e petrolio, e gli spettacoli di Bandarisciò, Orchestra Clandestina, Circo Laboratorio Nomade.

Info: 329/3505829.

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2018 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica