Illumina il silenzio: una candela per restare umani

Martedì, 29 gennaio 2019 - - Categoria: Attualità

Sono tante, sempre di più, le iniziative cittadine, pacifiche e collettive, di chi ha voglia di dire la propria sulla necessità di accogliere l'altro, di salvaguardare la vita umana, di non ripetere gli errori che la storia ci ha insegnato.

È di ieri l'esempio di #Cipassalafame, sciopero della fame previsto per la giornata del 28 gennaio, organizzato su internet dall'attivista Donata Columbro per protestare contro la gestione disumana del fenomeno immigrazione e la chiusura dei porti da parte del governo. Un'iniziativa che in pochissimo tempo ha raccolto migliaia di adesioni in tutto il mondo.

Nella settimana consacrata alla memoria, anche il Salento decide di farsi sentire con #illuminailsilenzio, iniziativa pacifica e silenziosa organizzata dal centro educativo Ambarabà di Carmiano per rivendicare il diritto di farsi sentire, con il rumore di una semplice candela che brilla nel buio. "Un silenzio illuminato dalla riflessione su chi è l'uomo", scrivono gli organizzatori, "sul destino di tutti, sul ruolo e la responsabilità che ciascuno di noi ha nei confronti dell'altro, suo fratello, qualunque sia la condizione che viva: geografica, esistenziale, politica, religiosa".

Per partecipare a #illuminailsilenzio, da privato o come associazione, è sufficiente accendere una candela sulla finestra della propria casa nelle sere di mercoledì 30, giovedì 31 gennaio e venerdì 1 febbraio prossimi e poi postare la foto della propria candela con l'#illuminailsilenzio. Per chi è interessato, è possibile partecipare alla marcia  silenziosa che si tiene a Carmiano, sabato 2 febbraio alle 19 con ritrovo nell'area mercatale.