Skin ADV

GOOGLE ADV

In cammino per la marcia del seme: iniziano i Preludi aspettando la Notte Verde

Lunedì, 27 agosto 2018 - - Categoria: Ambiente

In attesa della settima edizione, iniziano martedì 28, con la Marcia del Seme, i Preludi alla Notte Verde, una sorta di momento di riflessione, di approfondimento, con laboratori, convegni, incontri, come una preparazione spirituale a quello che è ormai diventato un evento simbolo dell'attivismo in favore di un'alimentazione sana per tutti e del rispetto della terra e del suo valore.

Si comincia martedì 28, alle 9, con la partenza da piazza San Giorgio a Melpignano della Marcia  del Seme, organizzata dal Parco Otranto-Leuca, L'Albero Maestro e Made for Walking con tante altre realtà: un percorso di circa 50 km in tre giorni, attraverso i sentieri del Parco regionale naturale Otranto-Leuca. Se la prima marcia ha avuto il merito di sottolineare l'importanza del seme per la biodiversità e l'ecosistema naturale in generale, salentino in particola, questa seconda edizione dell'evento punta a sostenere i progetti già esistenti operanti sul territorio, per preservare la biodiversità e chi se ne prende cura.

Per chi volesse aggregarsi alla marcia, mercoledì 29 si riparte dal Faro della Palascia di Otranto all'alba. La mattina del 30 si riparte da Ortelle, dal Centro Canali in direzione di Castiglione. Info Marcia del Seme: 328/5321916.

Martedì partono anche i laboratori dalle 18.45 a Castiglione d'Otranto, in zona Trice, con street art rurale e scrittura, cosmesi naturale e perfino la costruzione di un'altalena in canne di bambù. Lectio magistralis e incontri fino alle 22.30, e succcessiva proiezione di "Vento di Soave" di Corrado Punzi.

Mercoledì 29 si continua con i laboratori e in serata, alle 22.30, sipario su "Muttura", spettacolo di teatro ambientale a cura di Alibi.

Giovedì 30, alle 18.30 si aspetta l'arrivo della Marcia del Seme. Nel pomeriggio continuano i laboratori e in serata, dopo l'incontro sui pesticidi, i "Canti di terra e di lotta" del coro Antonella Giorgiani di Castiglione d'Otranto, alle 22.30. Durante i tre giorni, è possibile partecipare alle visite guidate "Te lo diamo noi il mulino" e "Il rifugio degli animali".

Durante i preludi, sono presenti le realtà agricole biologiche, i cosiddetti "custodi" dei semi, al lavoro per ripopolare la biodiversità alimentare e botanica: Casa delle Agriculture Tullia e Gino (Castiglione d'Otranto); Karadrà
(Aradeo); Az. Agricola Merico (Miggiano); Mulino Maggio (Poggiardo); azienda agricola Melusina
(San Donaci); Casina dei Mori (Nardò); PresentèFuturo (Spongano); Ass.Marina Serra (Tricase);
agriturismo Fontanelle (Otranto); agriturismo Salos (Otranto).

Info: 320/0710681, 338/1070924.

 

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2018 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica