Skin ADV

GOOGLE ADV

Incontri del Terzo Luogo: ripensare lo spazio urbano

Martedì, 13 novembre 2018 - - Categoria: Cultura

Cinque giorni di workshop e conferenze, di spettacoli, proiezioni e incontri, per pensare lo spazio urbano e culturale, e agire per modificarlo. Arrivano alla dodicesima edizione gli "Incontri del Terzo luogo", rassegna nata da una visita nel Salento di Gilles Clément, paesaggista-filosofo francese e teorico del "Terzo paesaggio", di tutte le aree abbandonate dall'uomo, residui, spazi incolti, che rappresentano rifugi per la diversità.

Ad accogliere gli "Approdi", tema dell'edizione, le Manifatture Knos, in occasione dell'undicesimo compleanno dello spazio che, per questa occasione, si interroga sul suo futuro e, più in generale, sul valore culturale, sociale ed economico generato dal recupero dei beni comuni, indagando il ruolo e l'impatto dei centri culturali nella rigenerazione urbana. "Approdare o farsi approdo?" dicono gli organizzatori "Su un molo si attracca, ma non si approda. Ci vuole una caletta, una spiaggia libera, un luogo ospitale per sbarchi e naufragi. Un porto naturale per partenze e arrivi. Dove ciò che conta è chi porta, lascia, prende o porta via. E se approdare volesse dire che ci si è fatti approdo?".

Ricco e variegato il programma, che comprende numerosissimi momenti performativi, dialoghi, videoinstallazioni, presentazioni tra cui l'atteso ritorno del workshop Asfalto Mon Amour, una sorta di lavoro sull'immaginario e "smantellamento" del cemento nel parcheggio delle Manifatture Knos a cura dei tarantini Labuat e del gruppo di giardinieri paesaggisti Coloco da Parigi; l'incontro con Pablo Georgieff, che presenta il suo libro "Poetica della zappa. L'arte di coltivare giardini".

La rassegna vede anche l'apertura di un nuovo spazio cittadino, la prima velostazione leccese, inaugurata venerdì 16 alle 18, un progetto della Ciclofficina Popolare Knos, e la festa per l'undicesimo compleanno delle Manifatture Knos, inaugurate esattamente il 17 novelbre del 2007 alle ore 18.55, ora in cui una vecchia struttura abbandonata alle porte della città veniva restituita alla popolazione.

Tra i tanti ospiti accolti a Lecce ci sono Sigrid Niemer, co-fondatrice del mitico ufaFabrik Internationales Kulturcentrum di Berlino, Patrick Bouchain, architetto e scenografo, Miguel Georgieff del collettivo di paesaggisti argentino-francese Coloco, Elefterios Kechagioglou, del board di Trans Europe Halles (TEH) e direttore di Le Plus Petit Cirque du Monde, Sandy Fitzgerald, co-direttore dell'agenzia culturale londinese Olivearte, Le Wonders, collettivo artistico dalla banlieue parigina, il performer Roberto Dell'Orco, l'assessore brindisino e patron dell'Ex Fadda Roberto Covolo, Luigi De Luca, direttore del Museo Provinciale "Sigismondo Castromediano".

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2018 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica