Skin ADV

GOOGLE ADV

Masseria Tagliatelle: i cittadini riprogettano lo spazio pubblico

Mercoledì, 29 agosto 2018 - - Categoria: Attualità

Una meraviglia sconosciuta a pochi passi dalla città. Nel quartiere Ferrovia, la Masserie Tagliatelle è in cerca di idee, per essere di nuovo fruibile al pubblico e riaperta. Incastonata nel Parco delle Cave, la Masseria, con il suo splendido Ninfeo delle Fate, è al centro di un percorso di progettazione urbanistica lanciato dal Comune di Lecce.

C'è tempo fino al 10 settembre per partecipare, iscrivendosi dal sito della Masseriz, alla call pubblica del Comune, inserita all'interno del progetto "La Casa del Parco. Centro polifunzionale di iniziativa e partecipazione territoriale. Restauro conservativo della Masseria Tagliatelle", che rientra nel programma di rigenerazione del quartiere Leuca. Attraverso la call, si intende individuare persone motivate per intervenire nei laboratori di partecipazione, una sorta di caccia all'idea per restituire un ruolo di rilievo alla masseria.

Per quindici giorni, infatti, cinquanta persone selezionate attraverso la call lanciata dall'Assessorato alle Politiche Urbanistiche, Patrimonio e Innovazione Sociale, prendono parte a un percorso di riflessione e presa di coscienza delle esigenze del territorio, con momenti di approfondimento e di comunicazione anche aperti al pubblico per rendere la partecipazione quanto più ampia possibile.

I laboratori tematici sono cinque, con la partecipazione di 13 esperti, previsti dal 24 settembre al 2 ottobre: Valorizzazione, fruizione e gestione innovativa dei beni culturali associata alla sostenibilità delle imprese sociali e culturali; Costruzione di processi di rete per le microimprese, le associazioni e gli operatori degli organismi no profit; Beni Comuni e la loro gestione condivisa; Dall'idea al progetto di fattibilità: la gestione di un bene culturale; Identità visiva dei processi e dei luoghi: la casa del Parco, il Parco delle Cave.

"Stiamo per entrare nel vivo del percorso di rigenerazione che in futuro porterà a nuova vita Masseria Tagliatelle nel parco delle cave di Marco Vito", ha dichiara l'assessore alle Politiche Urbanistiche, Patrimonio e Innovazione sociale Rita Miglietta, " vogliamo condividere il futuro della masseria dentro un percorso collettivo e aperto, un percorso da intraprendere insieme agli operatori del territorio. Un laboratorio partecipato nel quale mettere a fuoco le questioni relative alla gestione dei beni pubblici, alla loro fruizione, alla loro sostenibilità economica, al farli divenire beni comuni attrezzati per migliorare la vita sociale e culturale della città, alla promozione di reti tra forze sociali, ai temi afferenti l'identità visiva dei luoghi e la comunicazione".

Attualmente non fruibile al pubblico, la Masseria ha origini cinquecentesche ed è situata all'interno del parco urbano delle ex cave di Marco Vito, disegnato da Alvaro Siza. Al suo interno, è custodito il prezioso Ninfeo delle Fate, struttura ipogea dall'altissimo valore storico e architettonico, un tempo probabilmente edificio termale.

"La call è aperta a tutti chiediamo solo entusiasmo, desiderio di lavorare in gruppo, voglia di condividere con l'amministrazione comunale un percorso di crescita comune, delle competenze e delle strategie di lavoro", continua Miglietta, "sarà un laboratorio orizzontale perché i beni pubblici sono di tutti, e tutti dobbiamo condividere risorse e punti di forza, debolezze e criticità. Il laboratorio sarà occasione per condividere la costruzione di una politica dei beni pubblici e di farlo insieme ad alcuni esperti nazionali che hanno un bagaglio di esperienza importante da portare a Lecce, non per sovrapporlo alla città dall'alto, ma per misurarlo con le nostre vocazioni, le nostre specificità e le nostre debolezze".

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2018 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica