Skin ADV

GOOGLE ADV

Nel corto di Epifani la storia del Regina Pacis

Mercoledì, 20 febbraio 2019 - - Categoria: Cultura

Una storia di fantasmi e di presenze rimosse. Di echi perduti e di un futuro che cerca di cancellare brutalmente un passato ancora troppo vicino. C'è tutto questo nel cortometraggio di Mattia Epifani, "Et in Terra Pacis", presentato a Lecce al DB D'Essai in anteprima regionale giovedì 21 febbraio, dove si racconta la vicenda del Regina Pacis di San Foca, ex centro di permanenza, che dal 1998 al 2005 ha ospitato sulle coste del Salento oltre 65mila migranti.

Dopo l'era dell'abbandono e dell'oblio, per questa enorme struttura segnata dalla storia sul litorale adriatico è arrivato il momento di tirarsi a lucido e mutarsi in un resort extra lusso, dopo l'acquisto da parte di un privato. 

La pellicola racconta la travagliata epopea di questo luogo, come se fosse esso stesso un personaggio, con le sue cicatrici su cui si vuole passare un radicale colpo di gomma, le sue storie, le tante vite e le sofferenze che hanno attraversato queste stanze.

Il cortometraggio è girato da Epifani, ​che firma anche la sceneggiatura con Francesco Lefons, e prodotto da Muud Film in collaborazione con Factory Compagnia Transadriatica con il contributo di Apulia Film Commission, Regione Puglia, Unione Europea, Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, Arci Lecce, presentato in prima nazionale in concorso al 36° Torino Film Festival.

La fotografia è di Giorgio Giannoccaro, il montaggio di Mattia Soranzo, le musiche di Redi Hasa, il suono di Gianluigi Gallo, le scenografie di Luigi Conte, l'organizzazione generale di Davide Barletti, la direzione di produzione di Michele Innocente. L'aiuto regista è Corrado Punzi, l'assistente alla regia Paola Leone. 

La proiezione è alle 20.30. Ingresso libero.

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica