Skin ADV

GOOGLE ADV

Pranzo a Colori: Racale in prima fila per l'integrazione e l'accoglienza

Sabato, 20 ottobre 2018 - - Categoria: Attualità

"Le nostre tavole sono colorate e odorano di umanità, di comunità", afferma il sindaco di Racale, Donato Metallo. "Rispondiamo sedendo tutti insieme, intorno alla stessa tavola, senza distinzioni, spezzando il pane e versando anche del buon vino. C'è un altro modo di vivere e di stare al mondo".

È un'iniziativa nata dal basso ma accolta e sostenuta dall'amministrazione comunale, quella del Pranzo a Colori a Racale, una vera e propria festa di quartiere, allestita in piazza San Sebastiano, domenica 21 ottobre, per rispondere alla povertà umana di provvedimenti quali la mensa separata di Lodi e a questo "momento di insuperata barbarie politica che stiamo vivendo" per citare un altro sindaco, Mimmo Lucano. 

Si inizia alle 11.30 con giochi, incontri e condivisioni, per preparare insieme la tavola. Ogni cittadino è invitato a portare il necessario per un pranzo domenicale condiviso da bambini, ragazzi, nonni, famiglie, racaline e non, italiane e non, provenienti da tanti paesi diversi. Si aggiungono posti quindi alla tavolata che seguirà tutti il perimetro della piazza e anche le vie adiacenti. 

A fare da contorno a questo menù della convivialità, musica, artisti di strada e i tanti addobbi che faranno di piazza San Sebastiano un vero e proprio arcobaleno di lingue, colori e profumi. Al centro, lo spazio interamente dedicato ai bambini dove verrà intonato l'Inno d'Italia dal Coro Mani Bianche dell'Istituto comprensivo di Racale.

"Alla mensa separata di Lodi rispondiamo che i mille colori dei nostri bambini sono solo bellezza da preservare", continua Metallo, "qui a Racale si mangia tutti insieme!".

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2018 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica