Skin ADV

GOOGLE ADV

Un pianoforte tra gli ulivi: l'atto d'amore di Beatrice Rana per gli alberi malati

Mercoledì, 26 giugno 2019 - - Categoria: Cultura

Un'anteprima speciale, in un luogo inusuale, al tramonto, davanti a un particolare strumento: l'Olive, il pianoforte della nota casa Fazioli, realizzato con legno d'ulivo, interamente rivestito da una raffinata essenza di legno d'olivo che lo avvolge con calde venature e rilassanti toni naturali. Ai tasti, una musicista d'eccezione, la salentina Beatrice Rana, acclamata star di spessore mondiale, che torna nel Salento per il suo festival, Classiche forme, annunciato da una particolare anteprima: "Tramonto d'Olive", un concerto in un uliveto flagellato dalla Xylella nel territorio di Gallipoli.

"Sono una pianista, ma la mia famiglia ha una forte tradizione legata all'agricoltura", spiega l'artista, "inevitabilmente il male che sta affliggendo il Salento ha toccato tante famiglie che io conosco personalmente. Quando l'ingegnere Paolo Fazioli mi ha proposto il pianoforte Olive per il Festival, mi è sembrata una coincidenza straordinaria. Portare il Fazioli Olive, che ha peraltro una voce straordinaria, in un campo di ulivi flagellato dalla Xylella è un momento di riflessione sull'identità del Salento e dei suoi abitanti".

"Un pianoforte di legno d'ulivo in mezzo a un campo di ulivi. C'è forse qualcosa di più forte di un'immagine come questa? No, non in questi giorni, non in una terra come il Salento, la Puglia, che porta in petto la piaga della xylella. Una malattia subdola che ha piegato alberi e persone – dice Loredana Capone, assessore all'Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia.

"Comunità intere pagano e pagheranno il dramma consumato in questi anni e non ci sarà rimedio per ripagare generazioni di cura, passione e dedizione verso la propria terra. Si può e si deve, però, provare a ricostruire. Perché arrendersi non fa parte del nostro vocabolario, perché moltissime famiglie vivono di questo, e perché ai nostri figli dobbiamo e vogliamo consegnare un futuro che profuma di passato, di storia. E la storia del Salento passa dagli ulivi. Gli ulivi sono i nostri genitori, i nostri nonni, i nostri bisnonni. Per tutto questo sarà bellissimo lunedì vedere un'artista straordinaria come Beatrice Rana dare voce alla voglia di riscatto di un popolo che oggi assume la forma della lotta contro la xylella. Sarà l'auspicio alla vita nuova, quella che insieme semineremo, giorno dopo giorno, perché chi viene dopo di noi possa raccoglierne i frutti. Come abbiamo fatto noi. Sono orgogliosa della mia terra, e lo sono di Beatrice che oggi è una delle più apprezzate pianiste al mondo. La Regione ha voluto sostenere il suo progetto, perché era meritevole ma soprattutto con i piedi ben piantati nelle radici".

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria, fino ad esaurimento posti disponili, scrivendo a info@classicheforme.com (non più di 5 ingressi nominativi per mail).

 

 

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica