Skin ADV

GOOGLE ADV

Una notte all'università: laboratori, incontri e spettacoli

Venerdì, 27 settembre 2019 - - Categoria: Salento News | Cultura

Ascolta, si fa scienza. Al calar della sera, a Lecce e in altre città di Puglia, ci si prepara per la nuova edizione della Notte dei Ricercatori, occasione da non perdere per accostarsi al mondo accademico e alle tante menti brillanti che vi lavorano, osservando da vicino, molto da vicino, il quotidiano e meticoloso lavoro degli studiosi.

Dopo l'evento di avvicinamento che ha visto la partecipazione del premio Nobel James Fraser Stoddart, davanti ad una emozionata platea di circa 800 persone, l'Università del Salento, venerdì 27 settembre, apre ai visitatori, per una notte, gli spazi dell'ex monastero degli Olivetani di Lecce e dello Studium 2000, dando così la possibilità al pubblico di avvicinarsi ai laboratori, visitare i musei e osservare esperimenti e grandi installazioni, come il treno a levitazione magnetica oppure la piscina di fluidi non newtoniani, composta da acqua e amido di mais, dove si affonda se si cammina lentamente ma, letteralmente, si "cammina sulle acque" andando a passo spedito. 

Sono più di 90 gli stand, con circa 250 ricercatori coinvolti in 80 proposte e attività, dalle 18 a mezzanotte. Non mancano, ovviamente, alcuni laboratori dedicati ai più piccoli (come i Solidi ignoti), incontri su "Smart technologies, Bio-economy e industrie culturali e creative", presentazioni di strutture (l'Orto Botanico e altre) e, ovviamente, iniziative legate alle molteplici attività di ricerca ("Archeologia delle Piante", "Tecnologie inossidabili", "Il particolato atmosferico"). Un focus sulla carriera femminile nella scienza si potrà trovare nello stand dedicato ai "Modelli di Ruolo delle Donne Scienziate", a cura della Marie Curie Alumni Association.

Al Monastero degli Olivetani (sala gradonata) alle ore 21 in programma anche lo spettacolo di improvvisazione teatrale "chi cerca trova": gli attori, senza copione, né costumi, né scenografie, grazie agli input del pubblico andranno alla ricerca di storie da raccontare e di emozioni da mettere in scena.

Si segnalano, inoltre, alcuni appuntamenti a Brindisi (in particolar modo quelli del Cedad-Centro di fisica applicata, datazione e diagnostica) e a Taranto, come l'iniziativa "Biologo marino per un giorno" che vede coinvolti Cnr e Jonian Dolphin Conservation: in pratica si tratta di un mini tour all'interno del centro didattico Ketos, con possibilità di partecipare a varie attività didattiche, per poi spostarsi verso il vicino molo Sant'Eligio, per un breve giro in catamarano con le descrizioni delle attività scientifiche inerenti i mari di Taranto e, ancora, la possibilità di utilizzare i principali strumenti di campionamento e monitoraggio oceanografico.

I programmi completi sono consultabili sui siti www.unisalento.it. e www.laricercaviendinotte.it 

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica