Skin ADV

GOOGLE ADV

Come fece come non fece/Vivendo felici e contenti nei colori del Salento

"E vissero felici e contenti, ricchi ricchi e mai pezzenti". Erano tanti, una volta, i... "C'era una volta", quelli che, raccontati, spalancavano mondi e fantasie, destavano emozioni e curiosità, non solo ai bambini. E c'erano una volta le fiabe popolari, racconti e ascolti, per voci "di donne maliose e oracolari, quand'era inverno cupo, intorno al fuoco, quand'era estate ribollente, seduti ai limitari". E' il ricordo di Antonio Errico nella prefazione di "Come fece come non fece", libro scritto e illustrato da Luigi Chiriatti ed Egidio Marullo (edito da Kurumuny), uno scrigno, colorato, di dieci coloratissime fiabe popolari salentine.

Queste fiabe sono parte di un patrimonio "raccattato" in giro e registrato, per viva voce degli anziani raccontatori, nel corso dell'instancabile lavoro di ricerca sulla tradizione orale svolto negli anni da Luigi Chiriatti. Raccontate in dialetto, poi tradotte "liberamente" in italiano, per quanto ricco di riferimenti salentini, linguistici o figurativi. Quei "cunti" erano il simbolo di una società, scrive Chiriatti nella postfazione, "sin dalla nascita si veniva acculturati in tal senso [...] gli anziani si servivano della favola per trasmettere e offrire dei modelli di condotta". E per l'universalità del ruolo di ogni favola o "cuntu", in ogni parte del mondo, "esistono decine, a volte centinaia di versioni, dovute al sovrapporsi e all'intrecciarsi della fantasia di innumerevoli popoli e culture, delle creatività di narratori e soprattutto narratrici". Quelle raccolte da Chiriatti sono narrate e ambientate nel Salento. Ed è qui che si racconta di "principi e principesse, folletti e animali di varia natura". Illustra tutto Egidio Marullo (autore anche di una puntuale introduzione) che, con i suoi acquerelli, ma non solo, colora e affresca le fiabe che si svolgono "tra i nostri ulivi contorti e tra i nostri spinosi fichi d'India". Dove "La comare formicuzza" cerca il suo improbabile marito, dove un riccio arguto vince in astuzia la volpe, dove un galletto furbo e intrepido rende ricca la sua padrona, dove... un principe e Rosina, la contadinella, "vissero felici e contenti, ricchi ricchi e mai pezzenti". (D.Q.)

Luigi Chiriatti ed Egidio Marullo, Come fece come non fece.
Principi fate e folletti nel magico mondo delle fiabe, pp. 120, 15 euro, Kurumuny edizioni.

(dicembre 2011)
Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica