Skin ADV

GOOGLE ADV

Gaston & Samsei | Folate di hip hop dal Salento

di CIRO MASCIULLO

Notte, luce soffusa, bit basso, atmosfera intima e parole che vorticosamente si susseguono in rima. Nell'immaginario comune è la figura del rapper. È anche la prima immagine che salta fuori ascoltando "Libeccio", un ep, primo episodio di una serie, in download gratuito, firmato dai salentini Gaston & Samsei.

Il progetto mira a creare quattro lavori discografici in un anno, uno per ogni stagione, a seconda del vento che soffia. "Libeccio" possiede un sound che suona contemporaneo, calmo, eppure, ballabile. Cinque brani scritti a quattro mani, che confermano la voglia di emergere dei giovanissimi rapper salentini. Un missaggio che lascia ampio spazio alle voci, ma mette in secondo piano la musica, che pure merita. Apre la traccia che titola l'album, un brano dalle sonorità cupe, minimali i loop, essenziali le ritmiche. "Come dovrebbe" conferma l'amore verso certe atmosfere malinconiche.

Il testo evidenzia l'attitudine alla rima ricercata, poi, la base, essenziale, ma che, come si dice in gergo, "suona". Segue la vera hit del disco, a cui non manca niente, "Bugie e promesse (ballano)", che regala un'atmosfera triste sì, ma immaginifica. Come il ricordo di un amore ormai tramontato a cui, forse, accenna il testo. Perché i testi non spiegano: suscitano. Chiudono "Scenario" con la partecipazione di Gentle-T e Bleedz, il più sincopato e ballabile di tutti, e il quasi funky revival "Boom Bap".

Gaston & Samsei, Libeccio (Diario di bordo), Taranto massive records, 2013.

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica