Skin ADV

GOOGLE ADV

San Cassiano

San Cassiano, Palazzo Baronale

Nel verde parco dei Paduli

Il primo insediamento nel territorio di San Cassiano risale all'XI secolo quando, dopo i primi attacchi dei Saraceni, gli agglomerati costieri si dispersero nell'entroterra creando nuovi centri. Tuttavia, il comune (poco più di 2.000 abitanti) ha ottenuto solo nel 1975 l'autonomia, staccandosi dalla vicina Nociglia.

Nel suo territorio, ricade parte del Parco dei Paduli, un'area rurale occupata da numerose specie vegetali e animali e dominata dagli ulivi.

Su piazza Cito, si trova l'omonimo palazzo, che nasconde nel retro un giardino con palme e vegetazioni locali. Sempre sulla piazza centrale del paese, si affaccia la parte laterale della chiesa matrice dedicata a San Leonardo, dal prospetto regolare, ricostruita nell'Ottocento e arricchita da due torri campanarie, di cui una adibita a orologio civico.

Di deciso gusto tardo barocco, edificata alla fine del Settecento, è la Chiesa della Congrega di Maria Santissima Assunta, che sorge su un ben più antico luogo di culto. Recenti scavi archeologici hanno, infatti, riportato alla luce i resti di un cimitero medievale.

Nel cuore del paese si trova la Cripta della Madonna della Consolazione, scavata nel tufo e databile intorno ai secoli IX-X, all'epoca dei monaci basiliani. L'interno, che presenta una struttura basilicale, conserva purtroppo deboli tracce degli affreschi.

Degno di nota il palazzo ducale, oggi sede del municipio, la cui struttura originaria risale al Cinquecento.

San Cassiano condivide con altri comuni della zona il rito delle Tavole di San Giuseppe, i banchetti che si imbandiscono in onore del santo il 19 marzo, dove non manca il pane, impastato a forma di ciambella e decorato con i simboli dei santi, la cosiddetta "massa di San Giuseppe" (pasta fatta in casa, di cui una parta viene fritta, preparata con i cavoletti salentini), il pesce fritto e arrosto, e altre delizie che, a San Cassiano, è possibile degustare anche la vigilia della ricorrenza, in occasione di una piccola sagra.

Santi patroni del paese sono i Santi Martiri di Otranto e San Rocco, celebrati il 18 agosto.

San Cassiano dista circa 40 chilometri da Lecce mentre il mare più vicino è l'Adriatico, tra Porto Miggiano e Santa Cesarea Terme, distanti circa 12 chilometri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Galleria fotografica

foto_14398_1

Turismo e numeri utili

Comune: 0836/992100
Pro Loco: 0836/992100
Polizia Muncipale: 0836/992100
Guardia Medica: 0836/992285
Carabinieri: 0836/936010 (Nociglia)

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica