Skin ADV

GOOGLE ADV

Santa Cesarea

Con la sua scogliera a picco sul mare, Santa Cesarea Terme ha un mare blu per i suoi fondali subito molto profondi lungo tutta la sua costa. Si scende fino al livello del mare per mezzo di scalette e sentieri che attraversano le rocce. I più comodi sono quelli che conducono agli stabilimenti balneari, ma ci sono anche diverse discese a mare publiche. Una delle più comode è quella conosciuta con il nome di "Piscine": si scende dalla scalinata scavata nella roccia vicino al Bagno marino Archi (a sud del centro di Santa Cesarea, in direzione di Porto Miggiano) per ritrovarsi ai bordi di meravigliose e irregolari piscine naturali all'interno di antiche cave sul mare.

C'è anche una vera e propria piscina costruita a pochi metri dalla battigia gestita da un circolo nautico. L'acqua, dalle intense sfumature turchesi sempre trasparente grazie al ricambio costante con il mare, è naturalmente calma e abbastanza bassa. Lo scenario è assai singolare perchè è il risultato dell'attività estrattiva di pietra in riva al mare, con gli evidenti segni del taglio della roccia. In questa stessa zona c'è un minuscolo approdo per piccole imbarcazioni da pesca e da diporto.

A Santa Cesarea è possibile fare il bagno anche nella piscina sulfurea che si trova accanto allo stabilimento termale. Da quattro grotte (Fetida, Gattula, Solfatara e Sulfurea, quella che accolse e protesse Cesaria) scaturiscono, alla temperatura di 30°C, acque sulfureo-salso-bromo-iodiche e ricche di litio, rinomate per i loro effetti terapeutici, fin dal tempo di Aristotele e Strabone.

- Vai sulla pagina facebook di quiSalento, clicca "mi piace" e vota la spiaggia (libera) più bella del Salento

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica