Skin ADV

GOOGLE ADV

Santa Maria di Leuca

 

Tra sabbia e scoglio, la spiaggia di Santa Maria di Leuca si srotola a mezzaluna proprio qualche metro al di là dello scenografico lungomare. Se la realizzazione del porto turistico ha in parte oscurato la vista panoramica del promontorio, resta inalterato il fascino di un bagno a Finibusterrae.

Oltre il viale del passeggio, la spiaggia sposa sabbia e scogli, e dona la suggestione di un bagno da belle èpoque all'ombra di una "bagnarola". Si tratta di caratteristiche costruzioni proprio sulla scogliera, nel secolo scorso utilizzate dalle nobildonne per un bagno al riparo da sguardi indiscreti. Ne sono rimaste in piedi soltanto due, ormai inutilizzate, che continuano a vigilare sul moto delle onde. Due le piccole spiaggette di sabbia sul lungomare: la prima è in corrispondenza dell'hotel Terminal, la seconda quasi al centro della baia. Negli altri punti si entra in mare direttamente dagli scogli.

Verso Punta Ristola, che chiude la baia a ovest, il litorale si fa più gentile, sempre roccioso ma liscio, chiaro quasi da sembrare morbido.

Due punti molto amati dai leucani per il bagno sono quelli nei pressi di ciò che resta della Torre del Marchiello oppure, arrivando dal mare, la Grotta degli innamorati con le sue sorgenti d'acqua fresca e due piccoli fazzoletti di sabbia, in fondo all'antro.

 

Borghi e città

Torna a inizio pagina
ClioCom © copyright 2013-2019 - Clio S.r.l. Lecce - Tutti i diritti riservati - layout e grafica